Cronaca

Poste Italiane, direttrice infedele, l'azienda assicura: "Correntisti tutelati"

Ad inizio gennaio, la direttrice della filiale di Aquara fu sospesa: ammanco di 50mila euro. Le indagini scattarono dopo alcune segnalazioni dei correntisti

foto archivio

"I correntisti sono tutelati, ripristeneremo integralmente le loro posizioni pendenti". Con una lettera inviata al sindaco di Aquara che aveva espresso perplessità negli ultimi giorni, Poste Italiane ha voluto tranquillizzare la comunità, dopo le denunce e le indagini, culminate ad inizio anno con l'allontanamento in via cautelare della direttrice, accusata di truffa.

I fatti

Ad inizio gennaio erano spariti 50mila euro ed era stata sospesa la direttrice delle Poste di Aquara. Le indagini partitono dopo le segnalazioni di alcuni correntisti, soprattutto anziani, ai quali, a più riprese, fu negata la possibilità di ritirare delle somme per mancanza di liquidità.
 

La replica di Poste Italiane

“L’azienda – si legge nella lettera – sta attentamente analizzando tutte le posizioni dei clienti che lamentano di essere stati frodati. Compatibilmente con le indagini in corso, darà prontamente evidenza degli esiti delle verifiche effettuate".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste Italiane, direttrice infedele, l'azienda assicura: "Correntisti tutelati"

SalernoToday è in caricamento