menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos alle Poste, 55mila cartelle esattoriali mai consegnate agli utenti

Sono i numeri denunciati da Paolina Perna, responsabile territoriale del Cobas Pt Cub-Usb al quotidiano La Città oggi in edicola

Venticinquemila cartelle esattoriali di Equitalia depositate presso il centro di smistamento postale di Salerno, in attesa di essere lavorate, e trentamila cartelle in giacenza al Comune, non ritirate dagli utenti avvisati. Sono i numeri shock denunciati da Paolina Perna, responsabile territoriale del Cobas Pt Cub-Usb al quotidiano La Città, la quale mette anche in evidenza come "tutti gli addetti al recapito siano stati costretti, loro malgrado e previo un corso all’acqua di rose, ad assumere mansioni di nesso notificatore". Tutto parte dalla gara d’appalto per la spedizione indetta da Equitalia e vinta, a livello regionale, di Poste italiane.

"C’è del personale di Poste – rimarca Perna – che lavora esclusivamente per Equitalia, scelto direttamente dal sindacato senza alcuna selezione". E i risultati sono questi,  con migliaia di avvisi malinconicamente in deposito, proprio perché i portalettere non hanno i poteri di un pubblico ufficiale, e devono "aggiungere le cartelle – rimarca l’esponente del Cobas – al loro carico di lavoro quotidiano, oltre evidentemente alle responsabilità di legge conseguenti". Il risultato più evidente e diretto di queste scelte organizzative segnalate dal Cobas sono le oltre 55mila cartelle di Equitalia non ancora finite nelle mani dei destinatari.

In pratica - scrive La Città - è come il cane che si morde la coda e, Perna spiega il motivo: "Il portalettere cerca di consegnare la cartella, ma non può chiedere che venga esibito il documento, tant’è che qualcuno si è pure firmato Paolino Paperino. Se in casa non c’è nessuno – aggiunge la sindacalista – lascia l’avviso di cortesia, con il quale s’invita l’utente a ritirare il documento entro 10 giorni. Trascorso il periodo fa un secondo tentativo e, quindi, in mancanza di risposta, la cartella viene inviata al Comune".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento