rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Demolizione prefabbricati a Matierno, il sindaco: "Erano vergogna assoluta"

Ruspe in azione stamattina in via Torre Bianca. Dopo i lavori di bonifica, saranno realizzate una strada e una palazzina per quattro abitazioni

Sul muro di un prefabbricato di Matierno c'è una data - vernice nera su fondo rosa - e manca solo la firma: "Sempre insieme tu ed io, senza mai dirci addio". E' una frase d'amore, risale al 18 novembre 2011, presumibile dedica ad una fidanzata. Il Comune di Salerno, invece, ha detto addio stamattina ai prefabbricati di via Torre Bianca che il primo cittadino Enzo Napoli, presente con l'assessore all'urbanistica Mimmo De Maio, ha definito "vergogna assoluta". Presenti, tra gli altri, il deputato dem Piero De Luca e il consigliere comunale Massimiliano Natella.

La storia

I prefabbricati risalgono al periodo post terremoto, sono da tempo disabitati ed erano diventati ruderi fatiscenti. Le ruspe sono entrate subito in azione "perché - ha spiegato il sindaco Napoli - abbiamo un cronoprogramma da rispettare e nelle prossime settimane interverremo anche nella zona dei prefabbricati a Fratte e Ogliara. Questo abbattimento è frutto di un lavoro dell'ufficio tecnico che ha prodotto progetti concreti e realizzabili. I progetti ci hanno permesso di acquisire fondi per il Piano delle Periferie, legati alla riqualificazione dei rioni collinari.

Gli interventi

"Sarà risanata l'area - ha concluso il primo cittadino - e dopo la verifica di eventuale inquinamento dei suoli passeremo alla realizzazione di una strada e di una palazzina per quattro abitazioni". "E' il primo lotto nell'ambito del programma complessivo del bando delle periferie. Partiamo da Matierno e poi si arriverà a Fratte ad Ogliara - ha aggiunto l'assessore comunale all'urbanistica, Mimmo De Maio -. Tutto è stato sviluppato intorno al tema della riqualificazione di queste aree che fino ad oggi sono state impegnate da manufatti realizzati nel periodo del post sisma. Riqualifichiamo queste aree ma anche altri contenitori al servizio dei rioni collinari, ad esempio il centro sociale al di sotto del parcheggio nell'abitato di Matierno e la riqualificazione complessiva del Parco del Montestella. Siamo convinti di poter rispettare anche i tempi che il programma ci detta".

Viadotto Gatto e tangenziale

"Domenica inizieremo l'ispezione all'interno dei tombini per capire la situazione strutturale delle travi che poggiano sui piloni. Lo facciamo di domenica perché è il giorno nel quale la viabilità concede maggiore tregua. Per quanto riguarda il sistema di accesso alla viabilità nel quartiere Fratte per i lavori in corso sul viadotto - ha concluso De Maio - non possiamo far altro che auspicare che i lavori si svolgano in modo celere e di notte così come da programma, per snellire tutto ed ovviare al disagio. Alternative significative per decongestionare non ce ne sono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demolizione prefabbricati a Matierno, il sindaco: "Erano vergogna assoluta"

SalernoToday è in caricamento