rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Torrione

Pastorelli e Natività alla Matteo Mari, il sindaco De Luca: "Il presepe più bello"

Puntare i riflettori sulla Natività e sul Presepe, affrontando anche un'attenta analisi dal punto di vista storico-culturale, religioso, emotivo e relazionale, partendo dalla nascità di Gesù e fino ai giorni nostri, è l'obiettivo dell'iniziativa

Pastorelli, artigiani, danzatrici, Re Magi, addetti al censimento ed ovviamente Giuseppe, Maria e il Bambinello: non manca nessun personaggio alla seconda edizione del presepe vivente della scuola Matteo Mari di Torrione. Forti emozioni, questa mattina, che si replicheranno lunedì, quando a visitare la seconda giornata della manifestazione, saranno anche gli alunni dell'Istituto Smaldone e quelli della Lanzalone-Posidonia. Oggi, intanto, al taglio del nastro, anche il sindaco e vice ministro Vincenzo De Luca, cui è stato donato uno splendido presepe dell'artista Francesco Procida, e il vice sindaco Eva Avossa che si sono complimentati con tutto il personale scolastico e con la tenace dirigente, Liliana Dell'Isola, per quello che hanno definito "il più bel presepe mai visto".

Una ventina, le scene allestite che hanno visto come protagonisti i bambini della scuola dell'infanzia e di alcune classi della primaria, realizzate con l'aiuto del Feudo Ron Alfrè e rallegrate dalle note dei Musicastoria e dalla compagnia Il Prisma. Toccante, l'intervento della dirigente Dell'Isola che, attraverso la storia del Lupo di Betlemme che si scoprì buono dopo una carezza affettuosa del piccolo Gesù, ha ricordato come sia possibile "cambiare le creature semplicemente amandole".

Puntare i riflettori sulla Natività e sul Presepe, dunque, affrontando anche un'attenta analisi dal punto di vista storico-culturale, religioso, emotivo e relazionale, partendo dalla nascità di Gesù e fino ai giorni nostri, è l'obiettivo dell'iniziativa fortemente voluta da Dell'Isola. Un faro di speranza puntato sul valore della Pace, quest'anno, per far riflettere grandi e piccini su un bene prezioso: la vita intesa come dono e amore. La manifestazione, quindi, propone un attesissimo bis, lunedì, dalle ore 10, con la partecipazione dei Via Toledo. "La nostra è una comunità educante - ha concluso la dirigente - Ognuno, tra insegnanti, alunni, genitori e personale scolastico, ha contribuito a far riuscire la seconda edizione del Presepe Vivente, coinvolgendo circa 300 bambini". Un successo che risplende dello spirito del vero Natale.

Presepe Vivente Matteo Mari/14 dicembre 2013

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pastorelli e Natività alla Matteo Mari, il sindaco De Luca: "Il presepe più bello"

SalernoToday è in caricamento