rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Primarie Pd, scendono in campo gli assessori deluchiani: caos sulle liste

Savastano, Buonaiuto e Cascone sostengono la candidatura della Tartaglione; l'ex ministro Conte e il giovane Pedace dalla parte di Vaccaro. Si vota il 16 febbraio

Dopo ore di tensione e ritardi nella consegna delle firme per le candidature sembra che, alla fine, la quadra sia stata trovata. Le liste salernitane dei tre candidati alla segreteria regionale del Pd (Gugliemo Vaccaro, Assunta Tartaglione, Michele Grimaldi) sarebbero ormai pronte. Nei quattro collegi in cui è stato suddiviso il territorio provinciale sono 51 i candidati della provincia di Salerno che aspirano a far parte dell’assemblea regionale del partito. Per ogni collegio 12 candidati ad eccezione di quello di Battipaglia dove sono invece 15.

Nel collegio del capoluogo i renziani, che sostengono la candidatura della Tartaglione, schiereranno i fedelissimi del sindaco De Luca ossia gli assessori Nino Savastano, Franco Picarone e Luca Cascone. A seguire Donato Pica (Agropoli); Italo Voza (Battipaglia) e Giusi Fiore (Agro). Proprio il nome del consigliere regionale del Vallo di Diano ha cambiato le carte in tavola. Secondo i bene informati ad Agropoli il nome che avrebbe dovuto guidare la lista era quello del sindaco Franco Alfieri.

Dalla parte di Vaccaro, deputato vicino al premier Letta, si sono schierati l’ex ministro socialista Carmelo Conte, l’ingegnere Alfonso Amato (Agropoli); Angelica De Vivo (Battipaglia); Emiddio Siani (Agro) e Vincenzo Pedace, già segretario provinciale dei Giovani Democratici. Nel Cilento il capolista è Alfonso Amato, l’ex assessore ai lavori pubblici del comune di Buccino, Rosalba De Luca, Manfredi di Sant’Angelo a Fasanella.  Le primarie sono previsto il prossimo 16 febbraio.

   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, scendono in campo gli assessori deluchiani: caos sulle liste

SalernoToday è in caricamento