Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Divorzi e separazioni non consensuali: il primato italiano va a Salerno

E' quanto risulta da un'analisi statistica condotta dall’Osservatorio di ProntoProfessionista.it: l’assegno di mantenimento, inoltre, è il più alto nel 24% dei casi. Seguono Lecce (23%) e Cagliari (22%)

Salerno è la città in vetta alle classifiche per le separazioni non consensuali con l’80% delle separazioni e il 71% dei divorzi. E' quanto risulta da un'analisi statistica condotta dall’Osservatorio di ProntoProfessionista.it 

In Italia aumentano sempre più richieste di separazione, che passano da 158 ogni mille matrimoni nel 2003 a 311 nel 2013, con un lieve l’incremento dei divorzi (+0,7%). L'età media alla separazione è di circa 46 anni per i mariti e di 43 per le mogli, mentre in caso di divorzio raggiunge, rispettivamente, 47 e 44 anni. Aumentano intanto i secondi matrimoni: dal 13,8% del 2008 al 15,2% del 2013. Tornando a Salerno, l’assegno di mantenimento è il più alto nel 24% dei casi. Seguono Lecce (23%) e Cagliari (22%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divorzi e separazioni non consensuali: il primato italiano va a Salerno

SalernoToday è in caricamento