Cronaca

Primo Maggio: corteo di associazioni, collettivi e sindacati a Salerno

La manifestazione, che partirà da Piazza Vittorio Veneto, avrà lo slogan “basta ricatti sui luoghi di lavoro”

Un lungo corteo, il prossimo 1 Maggio, sfilerà per Corso Vittorio Emanuele a Salerno, per dire con forza “basta ricatti sui luoghi di lavoro”. Ad organizzarlo saranno Potere al Popolo, USB, Cobas, CSC, Link, Uds, Associazione Senegalesi, Collettivo Handala, Autodeterminiamoci Salerno, Riff Raff, Z.O. Rugby, M.G.A., Goree Onlus, Bottega del Consumo Critico "Tutta N'ata Storia" - Nocera Inferiore, Dema. La mobilitazione si muoverà da Piazza Vittorio Veneto alle 9:30 per poi terminare in piazza Portanova dove il microfono verrà aperto alle esperienze e lotte.

I motivi

Per gli organizzatori “in un momento storico caratterizzato sempre di più da contratti precari, buste paga fittizie, lavoro gratuito e volontario, lavoro nero, lavoro di cura, divario salariale tra donne e uomini, discriminazione dei generi, ricatti continui e costanti, stipendi da fame e morti sul lavoro” è fondamentale “riportare in piazza lavoratori e precari non come atto simbolico in una giornata festiva, ma come inizio di un percorso politico e umano dove le vertenze, le lotte e le richieste di diritti diventano strumento di partecipazione e liberazione dallo sfruttamento”.

E, anche per questo motivo, pretendono “lavoro sicuro e dignitoso per tutte e tutti, reddito di autodeterminazione adeguato al costo della vita e dei diritti sociali, riduzione dell’orario di lavoro e aumento dei salari, abrogazione del Jobs Act, della legge Fornero e della buona scuola, adeguata retribuzione di stage e tirocini formativi, diritto al riposo nei giorni festivi, norme volte a tutelare maggiormente le vittime del caporalato, forme di welfare per lavoratrici e lavoratori autonomi, blocco delle esternalizzazioni in ogni settore pubblico, applicazione delle norme per la sicurezza sui luoghi di lavoro e aumento del personale addetto ai controlli, il contrasto alla disparità salariale e maggiori tutele per le lavoratrici”.

Di qui l’invito alla mobilitazione rivolto a tutte le lavoratrici e ai lavoratori, ai soggetti politici, sindacali, sociali, di movimento che si riconoscono nelle loro rivendicazioni, ad unirsi al corteo.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Maggio: corteo di associazioni, collettivi e sindacati a Salerno

SalernoToday è in caricamento