menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Madonna del Carmine

Madonna del Carmine

Madonna del Carmine, parla l'Arciconfraternita: "Amareggiati ma obbedienti"

Ha suscitato clamore e polemiche l'eliminazione di via Vernieri e via Schipa dallo storico percorso della processione, in programma il 16 luglio. Enzo Galdi, presidente del Collegio Sindacale dell' Arciconfraternita: "Non ci hanno dato una spiegazione"

E' tutto pronto per la festa e la processione della Madonna del Carmine, in programma il 16 luglio. In questi giorni di preparativi, non sono mancate le polemiche e le proteste, in replica alla decisione di eliminare via Vernieri e via Schipa dallo storico percorso. "Non c'è una motivazione ufficiale, non ci hanno dato spiegazioni". Enzo Galdi, presidente del Collegio Sindacale dell'Arciconfraternita Maria SS. del Carmine, manifesta delusione ma invita tutti alla "serenità e alla preghiera". 

Il commento

"Sono un residente, nato e cresciuto alla Chiesa del Carmine. Nell’Arciconfraternita rivesto il ruolo di presidente del Collegio Sindacale - dice Galdi -. Premettiamo che l’obbedienza deve contraddistinguere i cattolici, dunque noi obbediamo. Mi preme, però, sottolineare anche i risvolti sociali. Era un percorso tradizionale e bisognerebbe rispettare la dimensione popolare che hanno i percorsi delle statue in città. Ho 60 anni e ricordo che in origine la statua della Madonna del Carmine faceva sosta nell’ospedale di via Vernieri, un luogo di sofferenza. Parliamo di trecento metri in più. Si è detto e scritto che noi eravamo già stati informati della decisione che sarebbe stata presa e che avrebbe portato all'eliminazione di via Vernieri e via Schipa dal percorso. Noi non sapevamo nulla e ci sono richieste e permessi comunali che lo confermano. Dopo la decisione, abbiamo dovuto cancellare le strade dai manifesti già stampati".

La storia

"E’ un fatto di fede, di popolo e di tradizione - prosegue Galdi -. Va ricordato che dopo la processione di San Matteo questa processione è la più seguita e venerata. Tutto il quartiere Carmine è stata oggetto di un lascito. Un benefattore, Pompeo Lebano, ha lasciato terreni alla Madonna del Carmine e la statua attraversa per tradizione quei luoghi dove adesso insistono anche i Salesiani, che esistono come parrocchia e come oratorio grazie al lascito. Tante persone non possono muoversi da casa perché ammalate e aspettano il passaggio della Madonna in un momento di grande fede e sollievo, rivolgendosi direttamente a Maria nella preghiera. La privazione e il dolore maggiore è non poterla vedere avvicinarsi alle proprie case, in via Vernieri e via Schipa. C’è amarezza ma andiamo alla ricerca della serenità che va salvaguardata - insieme alla preghiera, alla fede e al raccoglimento - durante la processione".  

Itinerario e programma

Il 15 luglio ci sarà la Messa dedicata ai Portatori della statua della Madonna, ore 18. In seguito, alle ore 23, sarà celebrata la Messa per coloro che portano il nome di Carmela e Carmine. Il 16 luglio, giorno solenne dedicato alla Festa della Madonna del Carmine, si celebreranno Messe dalle 6.30, ogni ora. La Santa Messa delle ore 9 sarà presieduta da Don Biagio Napoletano, Vicario Generale della Diocesi di Salerno-Campagna-Acerno. La Santa Messa delle ore 10.45 sarà presieduta da Monsignor Gerardo Pierro. La processione comincerà il 16 luglio alle ore 18.30 e sarà presieduta dal Rettore dell’Arciconfraternita Monsignor Benedetto D’Arminio e dal parroco della Chiesa dell’Immacolata. Alle ore 19 partirà la tradizionale processione che seguirà questo percorso: partenza dal santuario di via Carmine, via Marino Paglia, piazza Filangieri, via Lorenzo Cavaliero, via Pio XI, piazza S. Francesco, saluto alla Parrocchia Maria SS. Immacolata. La processione attraverserà via Costantino l’Africano, sosta Clinica Tortorella, via Costantino l’Africano lato sud, piazza Casalbore, via Michele Conforti, via Nizza, via Fabio, via S. Giovanni Bosco, via Naccarella, via Francesco la Francesca, sosta Parrocchia Maria SS. del Carmine e S. Giovanni Bosco, via Musandino, via Paolo Vocca, via M. Iannicelli, sosta all’edicola votiva, via Gelso, piazza Sinno con sosta, via Carmine, piazza Mons. Bolognini. Rientro in Porta nuova Santuario Maria SS. del Carmine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento