menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ugo Carpinelli

Ugo Carpinelli

Processo Cosentino, un pentito coinvolge Ugo Carpinelli. Ma lui smentisce

Giuseppe Valente spiega i dettagli in aula: "A Giffoni Valle Piana la gestione dell'impianto passò da Impregeco all'ex sindaco per un ritorno elettorale"

Nel processo in cui è imputato l’ex sottosegretario all’economia Nicola Cosentino, accusato di associazione a delinquere di stampo camorristico, spunta il nome dell’ex sindaco di Giffoni Valle Piano ed attuale esponente del Partito Democratico Ugo Carpinelli. A pronunciarlo è il pentito Giuseppe Valente, ex presidente del Consorzio Caserta4, risultato infiltrato dai Casalesi, e di Impregeco, la società che avrebbe dovuto sostituire la Fibe nella gestione di tutti gli impianti di rifiuti.

Nel corso di un’udienza Valente parla della decisione del commissariato all’emergenza, in particolare del sub-commissario Facchi, di togliere la gestione dell’impianto salernitano di Giffoni Valle Piana a Impregeco per affidarlo all’ex sindaco Carpinelli. “Fu una decisione presa per garantire a Carpinelli un ritorno elettorale – dichiara Valente – in quanto si era da poco dimesso da primo cittadino e doveva ripresentarsi alle elezioni. Me lo disse lo stesso Facchi. La gestione dell’impianto dava a Carpinelli la possibilità di fare assunzioni e di controllare per tutti i pagamenti”.

Immediata la replica del diretto interessato: “Apprendo dalla stampa di alcune dichiarazioni del collaboratore di giustizia Giuseppe Valente. Nel merito posso dichiarare che mi sono sempre opposto all’invasione dei Casalesi nel territorio del Comune di Giffoni Valle Piana. Questo per me - conclude Carpinelli - è motivo di assoluto vanto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento