rotate-mobile
Cronaca

Crac Amato, Peppino Junior resta in carcere: revocati i servizi sociali

Il tribunale di sorveglianza, dopo che l’erede della nota famiglia di pastai salernitani ha violato l’orario di rientro a casa, gli ha revocato il beneficio dell’affidamento

Non potrà tornare a casa Giuseppe Amato Junior (detto Peppino), coinvolto in un processo per bancarotta in merito al fallimento dello storico pastificio di Salerno. Il tribunale di sorveglianza, dopo che l’erede della nota famiglia di imprenditori salernitani ha violato l’orario di rientro a casa, gli ha revocato il beneficio dell’affidamento ai servizi sociali. Dunque, ora resterà rinchiuso nel carcere di Fuorni fino alla scadenza della pena.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Amato, Peppino Junior resta in carcere: revocati i servizi sociali

SalernoToday è in caricamento