menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, i sindacati proclamano lo stato di agitazione: è caos

Dopo l'incontro con il direttore del Ruggi Viggiani Cgil, Cisl e Uil annunciano anche un sit in di protesta dinanzi la sede dell'Asl di Salerno

Cgil, Cisl e Uil dichiarano aperto lo stato d'agitazione nell’ambito del settore sanitario in provincia di Salerno. Sabato scorso c'è stata un'assemblea delle organizzazioni sindacali presso l'ospedale Ruggi d’Aragona, dove il direttore generale Viggiani ha illustrato la riorganizzazione di tutti i plessi dell'azienda ospedaliera, in base alla richiesta osservanza della legge 161/2014. La riorganizzazione prevede la sospensione delle strutture sanitarie di Cava, Mercato San Severino, Castiglione di Ravello. All'incontro hanno partecipato, oltre a tutte le rappresentanze di categoria e alle Rsu, anche i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Di Serio, Buono e Pirone.

Per questo i segretari generali “preoccupati dal quadro di riorganizzazione presentato da Viggiani e non avendo avuto finora nessuna possibilità d'incontro, pur richiesto unitariamente dalle tre confederazioni, con il commissario dell'Asl Postiglione, indicono un presidio all'Asl di Salerno per martedì 22 dicembre 2015 dalle 9 alle 11, per denunciare l’ulteriore riduzione dei servizi di assistenza della sanità in provincia di Salerno, che inasprisce le condizioni di lavoro degli operatori del settore ed esaspera le criticità dei servizi ospedalieri e di assistenza sanitaria per i cittadini della provincia di Salerno”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento