menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Emanuele

Emanuele

Dal Porto di Salerno rinasce "l'artista di bordo": l'avventura di Emanuele Ranzani

Emanuele Ranzani giovane pittore di Magenta, studente all'Accademia di Belle Arti di Novara, partirà da Salerno il 19 giugno per dare vita a un progetto straordinario che fonde arte e avventura

“Ho 23 anni e non ho mai messo piede su una nave. Non so niente di navigazione, ma voglio scoprire se posso raccontarla in un certo modo e trasmettere qualcosa a chi l’ascolterà". Lo ha detto Emanuele Ranzani giovane pittore di Magenta, studente all’Accademia di Belle Arti di Novara che partirà da Salerno il 19 giugno per dare vita a un progetto straordinario che fonde arte e avventura. Per circa un mese sarà il suo occhio artistico a registrare la vita di bordo su una nave mercantile, costituendosi come nuovo artista marittimo, erede dei disegnatori che dal XVII al XVIII secolo furono parte costituente degli equipaggi. "Voglio diventare un tramite di emozioni e sentimenti, trasformandoli in disegni e parole per raccontare la vita di altre persone, di un equipaggio, di uomini che vivono in mare e che del mare han fatto la loro vita”, ha aggiunto il giovane. Il progetto prevede dialoghi, schizzi, disegni e registrazioni della vita di bordo, sulla nave e nei porti, concentrandosi sul rapporto dell’uomo con il mare e sulle relazioni sociali che si instaurano sul mercantile, in quella piccola comunità che vive sospesa sull’acqua. L’esplorazione artistica dello studente proseguirà lungo le operazioni di carico e scarico del mercantile che conta tappe in Spagna,  Portogallo, Inghilterra, Irlanda, Belgio, Danimarca e Svezia e costituisce il nucleo della sua tesi di laurea sperimentale in Pittura, seguito dalla professoressa  di Storia dell’Arte, Angelica Polverini.

“Come per la maggior parte delle cose interessanti è nato tutto da alcune coincidenze. I primi di marzo, rimasto colpito da una lezione sulle esplorazioni geografiche del Settecento e il ruolo dell’artista durante quei viaggi, presentai un progetto di approfondimento sull’argomento alla professoressa Polverini e quel giorno stesso scoprii che in passato aveva navigato. - ricorda il giovane - Prima coincidenza. Qualche giorno dopo mi propose di portare il progetto sul piano reale, diventando io stesso un artista di bordo imbarcandomi su una nave. Non mi sembrava vero. Ho un’alta considerazione dei marinai e ammiro chi sfida il mare, proprio perché a me fa paura. Ma ho capito che sarebbe stata un’ottima opportunità. Chiesi una nave con poche comodità e un viaggio lungo per avvicinarmi il più possibile alla tradizione storica degli artisti settecenteschi. Seconda coincidenza: la Polverini è una persona che oltre a proporre idee, le sa realizzare”. Il progetto di Ranzani sarà mostrato al pubblico ad agosto in Toscana e in Liguria durante la manifestazione artistica “Borgarte” in provincia di Massa Carrara, dopodiché esporrà il suo lavoro a Magenta, Salerno e La Spezia. A seguire dal porto cittadino la partenza e in seguito l’esposizione di questo lavoro originale c’è l’associazione “Salerno.  La voce in capitolo”, i cui soci saluteranno l’artista prima dell'imbarco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento