menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valorizzazione culturale: accordo tra Comune di Salerno e 12 Municipi della Costiera Amalfitana

Il sindaco Napoli: "Abbiamo la possibilità di porre in essere sistemi di collaborazione concreta, che possono contribuire a destagionalizzare i flussi turistici"

Questa mattina, presso la Sala Giunta del Palazzo di Città, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ha firmato l' accordo per l'attuazione del progetto di valorizzazione culturale presentato dal Comune di Salerno e da dodici Comuni della Costiera Amalfitana e approvato dal Mibact nell'ambito dell'Avviso pubblico per la selezione di proposte di sostegno alla progettazione integrata di scala territoriale/locale per la valorizzazione culturale nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia.

All'incontro, oltre al primo cittadino e all'assessore al bilancio e allo sviluppo Roberto De Luca, hanno preso parte anche i sindaci degli altri comuni coinvolti nel progetto.  “Abbiamo la possibilità di porre in essere sistemi di collaborazione concreta, che possono contribuire a destagionalizzare i flussi turistici - ha dichiarato il sindaco Napoli - In questo accordo di programma sono presenti tutti gli ingredienti necessari a produrre un progetto forte e capace di creare una sponda tra il capoluogo e i comuni costieri. Noi siamo una risorsa per l'Europa, rappresentiamo nel mondo un'immagine di una potenza eccezionale: per sfruttare al meglio questo eccezionale patrimonio dobbiamo continuare a mettere in campo queste iniziative di collaborazione ed interscambio”. Gli ha fatto eco l’assessore De Luca: “Si tratta di un importante progetto di valorizzazione del nostro patrimonio culturale e paesaggistico. I fondi ottenuti saranno utilizzati per attività di progettazione tecnica per il recupero di alcuni beni, ma soprattutto per attività immateriali: segnaletica, piani di marketing e brand identity. Stiamo ipotizzando di rilanciare la suggestione ottocentesca del Grand Tour, abbiamo coinvolto interlocutori di alto profilo come il British Council. L'obiettivo è creare quel turismo strutturato e sistemico di cui abbiamo bisogno. La Costiera vive già di luce propria; Salerno, dal canto suo, sta avanzando a rapidi passi e può rafforzare il suo ruolo di hub, di baricentro tra le due costiere. Dobbiamo fare uno sforzo ulteriore per integrare sempre più la nostra offerta e fare sempre più sistema per sviluppare davvero un turismo 365 giorni l'anno".

Soddisfatto anche il responsabile provinciale cultura e scuola del Pd Pierluigi Canoro: “Questa opportunità permetterà di continuare il grande processo di recupero del centro storico e dei monumenti cittadini avviato da anni (su tutti basti citare i restauri della chiesa dell’Annunziata, del teatro Verdi, di palazzo Fruscione, del complesso di Santa Sofia, di villa Carrara e del giardino della Minerva, dei conventi di San Nicola de Palma e San Lorenzo) e promuovere sempre più un turismo culturale attrezzato ed attrattivo che valorizzi Salerno per le sue bellezze storico artistiche.B isogna migliorare l’accoglienza, mettere ordine nella segnaletica turistico-culturale e combattere situazioni di degrado, fronti sui quali l’amministrazione sta spendendo sempre più energie.In questo processo i Giovani Democratici della provincia sono in prima linea e hanno dimostrato di essere pronti a dare un contributo non retorico, partendo dalla campagna Historytelling (selezionata dal ministro Martina tra le migliori pratiche locali del partito nell’ambito dei Diari Democratici) per promuovere tra i giovani militanti e appassionati le bellezze del nostro territorio; per arrivare alle singole iniziative puntuali messe in campo per il nostro patrimonio (recupero della chiesa di Santa Maria de Alimundo, restauro della chiesa di San Giorgio, contrarietà alla vendita del palazzo dell’Archivio di Stato, tutela delle scritte angloamericane del Liceo ‘T. Tasso’, ottimizzazione della rete provinciale di musei e biblioteche, recupero dell’orto botanico di Scafati e del castello del Parco di Nocera Inferiore ecc”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento