menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La zona porto cambia volto: ecco il disegno, in attesa di fondi

Si tratta, per iniziare, di un ulteriore prolungamento ed ampliamento del Molo Manfredi che accoglierà le navi da crociera, come svela La Città

Raddoppiati il Porto e Molo Manfredi. Come svela il quotidiano La Città, il Comune e l'Autorità portuale stanno rivedendo, anche alla luce della variante al Piano regolatore del porto commerciale, tutta la progettazione datata 2007 (ma che ha origini ancora più remote e risale a Bohigas) per l’area intorno al Molo Manfredi e a via Porto.

Si tratta, per iniziare, di un ulteriore prolungamento ed ampliamento del Molo Manfredi che accoglierà le navi da crociera: nella variante, inoltre, non è più previsto l’abbattimento e la ricostruzione ex novo, nel sito accanto al Crescent, degli edifici della Capitaneria di Porto. "L’obiettivo principale -ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Mimmo De Maio al quotidiano – è la razionalizzazione della mobilità di accesso da via Ligea a piazza della Libertà, superando la strettoia all’altezza dell'edificio del Genio Civile".

La strada si sdoppierebbe, dunque, subito dopo i Canottieri Irno attraversando gli attuali cantieri Soriente, per innestarsi infine sul molo Manfredi passando alle spalle della sede della palazzina della Dogana. Sempre De Maio annuncia l'ampliamento dell’attuale rotatoria per consentire l’accesso ai box interrati e al parcheggio di piazza della Libertà. Non mancherà, infine, per buona parte delle aree perimetrali al Crescent, una
verde e nuova pavimentazione. Il disegno, dunque, prevede la demolizione di alcuni edifici del cantiere Soriente, alcune pertinenze del
Circolo Canottieri Irno e altri piccoli edifici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento