Cronaca

Prostituta uccisa, il principale sospettato dello strangolamento è un operaio già in carcere

Il sospettato principale resta C.F., il muratore 36enne di Vietri sul Mare, già in carcere perchè ritenuto responsabile dell'omicidio di un'altra prostituta, la bulgara Nikolova Temenuzhka

Proseguono senza sosta le indagini per far luce sull'omicidio di Mariana Tudor Szekers, prostituta 19enne romena uccisa e trovata  il 15 maggio del 2016, a Salerno, tra via San Leonardo e via dei Carrari. Secondo la squadra mobile di Salerno, il sospettato principale resta Carmine Ferrante, il muratore 36enne di Vietri sul Mare, già in carcere perchè ritenuto responsabile dell'omicidio di un'altra prostituta, la bulgara Nikolova Temenuzhka.

Quest'ultima era stata uccisa a Pagani tra il 12 e il 13 agosto del 2016. Entrambe le donne sono state uccise per strangolamento. Ferrante però continua a negare ogni coinvolgimento. Necessaria, dunque, la esumazione della salma della 19enne per eseguire una nuova autopsia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituta uccisa, il principale sospettato dello strangolamento è un operaio già in carcere

SalernoToday è in caricamento