Cronaca Centro / Via Nizza

Chiusura Ospedale di Agropoli: clima infuocato all'Asl di via Nizza

Dalle prime ore di questa mattina, vigili, carabinieri e camionette in via Memoli, dinanzi all'Asl di Salerno

Un momento della protesta

Attimi di forte tensione, nella tarda mattinata di oggi, dinanzi all'Asl di via Nizza. Un clima infuocato, infatti, per la protesta messa in atto da sindaci, cittadini e politici del Cilento e non solo, per manifestare dissenso verso la chiusura del nosocomio di Agropoli. Dopo le 13, mentre un gruppo di manifestanti intonava cori di protesta, è stato bloccato il traffico veicolare, tanto che le auto sono state dirottate per un tratto in via Cacciatore, evitando via Memoli. Catena umana delle forze dell'ordine, intanto, per impedire ai manifestanti di introdursi nell'Asl.

"Chiediamo l'immediata sospensione del dispositivo di chiusura dell'ospedale - ha spiegato il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri - Così come il direttore generale Squillante è stato tanto solerte nel decidere per la chiusura, ora vogliamo la stessa solerzia nella decisione di sospendere la chiusura. Non ce ne andremo via di qui finché non avremo quello che ci spetta.". 

Tra i presenti, anche il deputato cilentano Sabrina Capozzolo ed il consigliere regionale Gianfranco Valiante: è grazie alla proposta di quest'ultimo che è stata convocata, per lunedì all'Asl, una riunione da parte del subcommissario alla Sanità della Campania, Mario Morlacco, per esaminare la possibilità di rinviare la chiusura dell'ospedale almeno a dopo l'estate. Intanto,  in centinaia  hanno presidiato via Nizza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura Ospedale di Agropoli: clima infuocato all'Asl di via Nizza

SalernoToday è in caricamento