menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta a Napoli

La protesta a Napoli

Esplode la protesta dei Centri di riabilitazione: in 4 mila in piazza

Si sono ritrovati per affermare tutti insieme il diritto alla salute e all’assistenza contro le decisioni assunte dalla struttura commissariale alla Sanità relative ai tetti di spesa e delle lunghissime liste d’attesa

Sono giunti in 4 mila ieri a Napoli, provenienti da tutta la Campania, tra rappresentanti dei centri di riabilitazione, assistiti, operatori e familiari che si sono dati appuntamento a piazza Vittorio per proseguire via Lungomare fino alla sede del consiglio regionale a Palazzo Santa Lucia. Si sono ritrovati per affermare tutti insieme il diritto alla salute e all’assistenza contro le decisioni assunte dalla struttura commissariale alla Sanità relative ai tetti di spesa e delle lunghissime liste d’attesa: di fatto, questi provvedimenti proibiscono a centinaia di persone con disabilità, anche in età evolutiva, di accedere nelle strutture riabilitative e socio-sanitarie.

Una delegazione dei centri formata, tra gli altri, dall’Anffas-Onlus di Salerno e la Fish, ha avuto un primo incontro in Regione Campania dove è stata presa in carico la problematica della mensilizzazione dei tetti di spesa, e un secondo proprio con il commissario straordinario alla Sanità, Joseph Polimeni, che, sollecitato dai rappresentanti dei Centri,  ha assunto l’impegno di istituire due tavoli tecnici: uno specifico sulla riabilitazione e il comparto socio-sanitario e un altro sul fabbisogno delle liste d’attesa. “Questa richiesta  – ha dichiarato il coordinatore regionale Anffas-Onlus Campania Salvatore Parisi – è il vero punto di partenza dell’intera vicenda. Non è possibile prendere decisioni, effettuare tagli indiscriminati sulla disabilità che è una problematica sociale diffusa, complessa e molto spesso ancora taciuta. La guardia continua a restare comunque alta in attesa degli sviluppi dei prossimi giorni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento