rotate-mobile
Cronaca

Rifiuti, protesta del Consorzio SA2 alla Provincia

I dipendenti del Corisa2 hanno manifestato sotto la sede della Provincia chiedendo il pagamento degli stipendi: a rischio il servizio di raccolta dei rifiuti

Situazione sempre più tesa per i lavoratori del consorzio di bacino Salerno 2 e raccolta di rifiuti a rischio: questa mattina le maestranze, esasperate dal mancato pagamento degli stipendi, si sono riuniti sotto la sede della Provincia di Salerno. Gli operai chiedono il pagamento dello stipendio di dicembre e rassicurazioni sul loro futuro occupazionale dopo i sei mesi di proroga concessi dal governo Monti.

Il Monte dei Paschi di Siena (la banca che negli ultimi giorni è stata molto "chiacchierata") avrebbe chiesto al consorzio di rientrare immediatamente di una somma superiore ai 2 milioni di Euro. Una richiesta, che potrebbe essere legata alla vicenda nazionale dell’istituto senese, che rischia di paralizzare del tutto l’attività, come riferito da Telecolore. I lavoratori reclamano lo stipendio di dicembre e di conoscere notizie sul loro futuro, dopo i 6 mesi di proroga concessi dal Governo. “É solo l’ennesimo problema – dice Adele Donnabella della Cgil – Ormai è un’agonia. A questo punto era meglio chiudere il 31 dicembre. Questa proroga di sei mesi non risolve nulla. Da domani mattina c’è il rischio di non poter assicurare i servizi”. I dipendenti del consorzio avevano protestato già nei giorni scorsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, protesta del Consorzio SA2 alla Provincia

SalernoToday è in caricamento