rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Centro / Piazza Giovanni Amendola

Piazza Amendola, la protesta in strada dei dipendenti comunali

Alta adesione alla protesta dei comunali, preoccupati per le decisioni sul bilancio e per lo stipendio di dicembre: volevano riunirsi al comune ma avevano ricevuto l'ok per il centro sociale. Quindi la protesta in piazza

"Siamo scesi in piazza perché vogliamo ribellarci alle decisioni unilaterali prese dall'amministrazione comunale di Salerno in merito al bilancio" così Angelo De Angelis, segretario provinciale della FP Cgil Salerno, in occasione della protesta di questa mattina in piazza Amendola, nei pressi del comune.

"Il messaggio di oggi è di una straripante compattezza sindacale visto che Cgil, Cisl, Uil e Csa hanno deciso, insieme, di aderire a questa protesta - ha spiegato il sindacalista Cgil - ci è stata persino negata la sede di palazzo di Città per poter dialogare. Il sindaco ci aveva proposto il Centro Sociale ma noi volevamo discutere di questi temi a noi cari nel luogo dove lavoriamo e quindi nel Salone dei Marmi e non chiusi in un centro sociale".

protesta comunali2-2

Angelo De Angelis ha proseguito: "Noi siamo parte integrante di questa amministrazione comunale, rappresentiamo il suo braccio integrante ed è per questo che dobbiamo essere ascoltati. Non ci stiamo battendo per lo straordinario, bensì per gli stipendi. C'é, infatti, tra le altre cose, il rischio di non percepire lo stipendio di dicembre. Pur di trovare soluzioni di dialogo, abbiamo anche tratteggiato alcune proposte per superare questa crisi ma non siamo stati ascoltati. Questo ci ha portato a mobilitarci tanto che oggi abbiamo superato le mille adesioni con il 90% di dipendenti che hanno aderito. Insomma, un dato al di sopra delle nostre più rosee aspettative". Dovrebbe essere confermato lo sciopero dei comunali del prossimo 11 novembre.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Amendola, la protesta in strada dei dipendenti comunali

SalernoToday è in caricamento