rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Nessun sistema di sicurezza e corridoi all'aperto: benvenuti nelle "nuove" aule del Galilei

Condizioni al di là del surreale, all'istituto Galilei. Il dirigente scolastico Annunziata, in prima linea nella battaglia per il tecnico, ci ha spiegato il perchè

Genitori, alunni ed insegnanti sul piede di guerra, all'istituto Galileo Galilei. Era nell'aria, del resto, in quanto da mesi il dirigente scolastico, Nicola Annunziata, insieme a tutto il personale scolastico e agli alunni, aveva fatto appelli su appelli alla Provincia, per avere spazi didattici dignitosi ed adeguati al percorso di studi dei ragazzi.

Il problema, però, piuttosto che essere risolto, si è addirittura ingigantito. A spiegare perchè a Salernotoday, lo stesso dirigente Annunziata: "La protesta è esplosa quando alla mancanza dei laboratori del triennio Meccanica che si protrae dall'inizio dell'anno, si è aggiunta la decisione di far spostare le sei classi di tale triennio, allocate sin qui nell'ala ex Di Palo, con accesso da via Mauri, in locali realizzati nel padiglione laboratori e nella sede centrale ex S. Caterina - racconta il dirigente - Questo è stato un fulmine a ciel sereno perché l'idea inizialmente prospettata, era di realizzare nel padiglione tutte e sei le aule, più i locali di servizio necessari, per cui si pensava che le classi sarebbero rimaste dove erano, fino al completamento dei lavori. Viceversa ci sono stati consegnati locali che nel migliore degli eufemismi possono definirsi incompiuti".

Per iniziare, in tali spazi manca un sistema di chiusura verso l’esterno dei corridoi al piano terra: "Praticamente, uscendo dall’aula per andare al bagno, gli studenti si trovano esposti alla temperatura e alle condizioni atmosferiche dell’ambiente esterno - sottolinea amareggiato Annunziata - La mancanza di chiusure rende oltretutto estremamente problematica la realizzazione di una postazione per il personale ausiliario, che è attualmente esposto alla temperatura esterna. Questo non è tuttavia l’unico problema: le porte in ferro dovrebbero essere sostituite perché non idonee, non ci sono estintori, nell’aula professori (unico locale di appoggio) ricavata dai locali che ospitavano i servizi igienici, i pavimenti esistenti sono rattoppati, non sono stati rimossi i tombini di scarico e nessuna delle porte di accesso alle aule risulta essere dotata di dispositivi di sicurezza antipanico".

All'allarme lanciato dal Galilei alla Provincia, quest'ultima risponde opponendo l'urgenza di spostare le classi, per via del verbale dell'Asl risalente alla scorsa primavera. "Se si deve peggiorare, non credo l'Asl sia d'accordo", ha controbattuto il dirigente, esausto dinanzi a tali gravi problematiche per le quali è necessaria una immediata soluzione. Una situazione vergognosa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun sistema di sicurezza e corridoi all'aperto: benvenuti nelle "nuove" aule del Galilei

SalernoToday è in caricamento