menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonderie

Fonderie

Caso Fonderie Pisano: tutti in piazza per la delocalizzazione dell'industria

Intanto l'assessore provinciale Bellacosa: "Ho immediatamente disposto perché si desse luogo ad ogni accertamento in relazione alla problematica segnalata"

"Da anni si consuma un dramma umano, fatto di storie di migliaia di uomini e donne che subiscono le conseguenze sulla loro pelle e sulla loro salute, di una situazione che ormai è realmente insostenibile, riguardante l’inquinamento atmosferico che raccoglie un bacino di utenti di buona parte della Valle dell’Irno". Questo l'incipit della lettera stesa da Sos Consumatori che organizza un presidio per sabato 5 ottobre, a partire dalle ore 14:30 in via Dei Greci.

"Queste comunità che vedono accomunati cittadini di Salerno( in particolare il quartiere di Fratte, le frazioni di Matierno,Cappelle e anche quartieri fino al corso Garibaldi), di Baronissi( in particolare la frazione di Acquamela e Aiello) e di Pellezzano ( Frazione di Capezzano e rione Piombino), scenderanno in strada per un presidio convocato in via Dei Greci, a ridosso della presenza di una delle attività industriali, come la Fonderia Pisano, che resta una fabbrica incompatibile con insediamenti di civili abitazioni e già oggetto di numerose inchieste giudiziarie, una prima volta con la sentenza del 19.03.2007 con la quale Pisano patteggiò- continuano dal comitato - Da troppi anni, l’inquinamento nella Valle dell’Irno, è una piaga che colpisce, nel silenzio generale delle Istituzioni, centinaia e centinaia di persone, le vittime di tumori e malattie respiratorie sono tantissime, ma la cittadinanza è lasciata al proprio destino". Per il dirittto alla salute garantito dalla carta Costituzionale della Repubblica Italiana nell’ Art. 32. comma 1, dunque, tutti in piazza per chiedere la delocalizzazione della Fonderia.

"Ho immediatamente disposto perché si desse luogo ad ogni accertamento in relazione alla problematica segnalata: conoscendo la efficacia del nostro Settore Ambiente e della Polizia Provinciale, sono certo di sapere qualcosa molto presto", ha intanto annunciato l'assessore provinciale all'Ambiente, Adriano Bellacosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento