Sei mesi senza stipendio: 70 lavoratori della Quiete chiedono aiuto al Prefetto

Hanno tenuto un corteo dalla stazione e fino a piazza Portanova, per poi raggiungere piazza Amendola, percorrendo il lungomare, insieme, tra gli altri, ad Antonacchio (Cisl) e Margaret Cittadino (Cgil)

Un momento della protesta

Tra una settimana, sono esattamente sei mesi che i lavoratori de La Quiete non percepiscono lo stipendio. Così, questa mattina, hanno tenuto un corteo di protesta che dalla stazione è arrivato fino a piazza Portanova e, quindi, passando per lungomare, è giunto fino a piazza Amendola, dove hanno chiesto di incontrare il Prefetto per chiedere aiuto e far fronte all'incresciosa situazione.

Con loro, anche Pietro Antonacchio della Cisl e Margaret Cittadino della Cgil: i sindacalisti si fanno portavoce dei lavoratori che chiedono di avere gli stipendi arretrati.

In collaborazione con Roberto Junior Ler

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

  • Slitta, pista e renne al San Marzano Christmas Village: attrazioni per i bambini

Torna su
SalernoToday è in caricamento