Sei mesi senza stipendio: 70 lavoratori della Quiete chiedono aiuto al Prefetto

Hanno tenuto un corteo dalla stazione e fino a piazza Portanova, per poi raggiungere piazza Amendola, percorrendo il lungomare, insieme, tra gli altri, ad Antonacchio (Cisl) e Margaret Cittadino (Cgil)

Un momento della protesta

Tra una settimana, sono esattamente sei mesi che i lavoratori de La Quiete non percepiscono lo stipendio. Così, questa mattina, hanno tenuto un corteo di protesta che dalla stazione è arrivato fino a piazza Portanova e, quindi, passando per lungomare, è giunto fino a piazza Amendola, dove hanno chiesto di incontrare il Prefetto per chiedere aiuto e far fronte all'incresciosa situazione.

Con loro, anche Pietro Antonacchio della Cisl e Margaret Cittadino della Cgil: i sindacalisti si fanno portavoce dei lavoratori che chiedono di avere gli stipendi arretrati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In collaborazione con Roberto Junior Ler

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento