menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una protesta degli studenti a Salerno

Una protesta degli studenti a Salerno

Facoltà di Medicina, Trombetti: "Sono fiducioso nel vertice interministeriale"

L'assessore regionale all'università ha ricevuto una delegazione degli studenti della facoltà di Medicina dell'ateneo salernitano dopo la protesta alla Regione

L'assessore all'Università ed alla Ricerca Scientifica della Regione Campania, Guido Trombetti, ha ricevuto a palazzo Santa Lucia una delegazione di studenti della facoltà di Medicina di Salerno. Gli studenti, che hanno manifestato sotto la sede della regione Campania per sensibilizzare le istituzioni rispetto alla mancata stipula del protocollo di intesa tra università ed azienda ospedaliera, hanno consegnato all'assessore una petizione a sostegno delle loro ragioni con 25 mila firme.

L'assessore Trombetti dopo aver sentito Raffaele Calabrò, consigliere del presidente Caldoro per la Sanità ed il rettore del Campus di Fisciano Raimondo Pasquino, ha rassicurato, si legge in una nota, gli studenti sulla ferma volontà politica ed istituzionale di superare l'empasse che sta creando difficoltà allo svolgimento della didattica, sottolineando che il testo del protocollo è stato già sottoscritto dal presidente Caldoro e dal rettore Pasquino ed è ora al vaglio dei ministri competenti.

Trombetti ha confermato agli studenti che nella giornata di domani ci sarà un incontro a Roma con i rappresentanti dei ministeri competenti. "Sono fiducioso che nella giornata di domani 19 dicembre l'incontro fra le istituzioni possa determinare finalmente la firma anche dei rappresentanti del governo - ha detto l'assessore - Sono rimasto molto colpito dalla correttezza e dall'equilibrio con cui gli studenti mi hanno illustrato i motivi del loro disagio, che per altro erano a me noti. Sono fortemente sensibile alle ragioni degli studenti e continuo a fornire la mia massima disponibilità per facilitare ogni intervento utile a risolvere il problema".

In giornata gli studenti della facoltà di Medicina dell'università di Salerno hanno protestato contro l'empasse relativa all'iter di trasformazione dell'azienda ospedaliera Ruggi in azienda ospedaliera universitaria. La ratifica, accusano gli studenti, viene da mesi rimandata di settimana in settimana. "Il 27 dicembre - dice il presidente di FederSpecializzandi Napoli, Luca Buonaiuto - diventerà esecutivo un decreto del Tar che stabilisce come illecita l'attività universitaria del Ruggi rendendo di fatto abusivi gli studenti in medicina e i docenti. Tutto ciò è paradossale se si pensa anche solo al fatto che sono stati stanziati i fondi anche per le borse di specializzazione per il prossimo anno".

Il 19 dicembre a Roma si terrà il tavolo tecnico fra il presidente della giunta regionale Stefano Caldoro e i ministri dell'Istruzione e della Sanità Francesco Profumo e Renato Balduzzi. Alla manifestazione era presente anche il consigliere dell'Ordine dei Medici di Napoli Pierino Di Silverio. Ai manifestanti è arrivata anche la solidarietà del Sindacato medici italiani (Smi). "Si tratta di una situazione scandalosa - dice il presidente nazionale, Giuseppe Del Barone - un ridicolo tira e molla che mortifica questi giovani che saranno i professionisti del domani. Per questo considero un'offesa a tutta la professione medica il comportamento nei loro riguardi e il sindacato gli sarà al fianco in ogni sede".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento