Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Protesta degli studenti, la città di Salerno aderisce alla mobilitazione

Centinaia di studenti hanno protestato in piazza Cavour, di fronte al palazzo della provincia, per aderire alla mobilitazione nazionale contemporanea alla mobilitazione internazionale di Nizza contro le politiche del G20 di Cannes

Un'immagine della protesta

Gli striscioni di protesta dell' istituto "Focaccia", dei licei "Da Procida", "Sabatini" e di molte altre scuole superiori hanno animato piazza Cavour, stamattina. Centinaia, infatti, gli studenti salernitani che hanno aderito alla giornata di mobilitazione promossa dalle assemblee studentesche di tutto il Paese nella giornata delle forze armate. "Si ai tagli sulle spese militari, utilizzate per fare guerre. No ai tagli sul diritto allo studio e sull’edilizia scolastica": questo lo slogan dei manifestanti scesi in piazza in concomitanza con la mobilitazione internazionale di Nizza contro le politiche del G20 di Cannes.

"Vogliono farci pagare il costo di una crisi che non abbiamo prodotto,  distruggendo scuola, università e beni comuni: non vogliamo e non possiamo permetterlo", hanno spiegato in coro gli studenti. "Voi non potere fermare il vento, ci fate solo perder tempo”, il motto dell'Unione degli Studenti scritto a lettere cubitali su uno striscione che ha infuocato gli animi dei ragazzi.

Una provocazione, dunque, la scelta di manifestare proprio nella giornata dei festeggiamenti delle Forze Armate, prese di mira da alcuni giovani che hanno  puntato il dito contro gli "abusi di potere fatti da alcuni poliziotti". A sventolare in piazza, anche le bandiere di Rifondazione Comunista che ha abbracciato la causa degli studenti che annunciano nuove iniziative per manifestare il loro dissenso sui tagli alla Scuola.

 





 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta degli studenti, la città di Salerno aderisce alla mobilitazione

SalernoToday è in caricamento