menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Luigi Cacciatore: i residenti chiedono maggiore manutenzione

DAI QUARTIERI - I residenti della strada del centro lamentano la difficoltà di percorrere i marciapiedi a causa di alcuni alberi i cui rami piegati ostruiscono il passaggio. Proteste anche per la sosta selvaggia

Né marciapiedi puliti, né alberi curati, né posti auto sufficienti in via Luigi Cacciatore, a Salerno. Le hanno provate tutte, gli abitanti della zona, per risolvere le difficoltà quotidiane che, da tempo immemore, li assillano. Ma, ad oggi, ogni loro tentativo di essere ascoltati dalle istituzioni è risultato vano. Inconcepibile, per i residenti della zona, ricorrere ad acrobazie per scansare rami e tronchi degli oleandri che, completamente piegati su loro stessi, costeggiano il marciapiede.

“Quello che dovrebbe essere un ornamento per la strada è diventato un ostacolo insormontabile per i passanti, specie se anziani, bambini e disabili – hanno spiegato in coro Stella Parrilli, Ferdinando Bove ed altri frequentatori del quartiere – l’unico modo per percorrere la strada senza urtare la testa contro gli alberi è camminare lungo la strada, a rischio e pericolo di essere investiti dalle auto, o piegarsi su se sé stessi, rischiando anche un colpo della strega”.

Alcuna risposta, sinora, per i cittadini che hanno auspicato l’intervento degli uffici competenti per far fronte alla problematica. “Abbiamo chiesto di tagliare gli alberi più a rischio caduta rispetto agli altri – continuano i salernitani – o, meglio ancora, di sostituire gli oleandri con altri alberi la cui manutenzione richieda minor sforzo, come, ad esempio, quelli che costeggiano i marciapiedi della parallela via Nizza. Ma nessuno ha considerato la nostra richiesta, né tantomeno si sono preoccupati di provvedere, quanto meno, alla potatura degli oleandri che, tra l’altro, attirano insetti di tutti in tipi”.

Altra spada di Damocle che pesa sul collo dei residenti, la scarsa igiene della strada: “Oltre a dover evitare gli alberi, dobbiamo anche fare lo slalom per evitare gli escrementi di animali disseminati su tutto il marciapiede, come se non fosse già abbastanza complicato percorrerlo”, incalza un gruppo di commercianti del quartiere. Ridotte a piccole toilette per cani, infatti, le aiuole di via Luigi Cacciatore non possono che suscitare l’ira dei passanti.

Preoccupatissimi, quindi, gli abitanti della zona fanno appello, ancora una volta, al comune, perché provveda ad una efficiente e costante manutenzione della strada che risulta carente anche di parcheggi. Stretta e lunga, via Luigi Cacciatore è, infatti, teatro di sosta selvaggia, a tutto danno di commercianti e residenti. Una maggiore vigilanza per punire automobilisti e cittadini incivili è quanto, infine, chiede il quartiere alle istituzioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento