Cronaca San Leonardo

Ruggi, quattro furti in tre giorni presso Ginecologia: il racconto choc

La giornalista Elsa De Simone, coraggiosamente, ha raccontato quanto accaduto negli ultimi giorni presso il reparto di Ginecologia dell'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona

Essere ricoverati in ospedale, si sa, comporta già di per sè un fardello, piccolo o grande che sia. Se poi a tale condizione, si sommano anche problematiche legate alla cattiva gestione, presente o passata, di alcuni reparti del nosocomio, la situazione può diventare per certi versi davvero insopportabile. Lo sa bene la giornalista Elsa De Simone che, coraggiosamente, ha raccontato quanto accaduto negli ultimi giorni presso il reparto di Ginecologia dell'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona, dove è ricoverata: "Negli ultimi due giorni sono stati registrati 4 furti ai danni di tre persone, tra cui io - racconta la giovane - Stamattina dopo l'intervento della Polizia, la responsabile è stata trovata e con essa parte della refurtiva, ma il punto è che tali episodi incresciosi sono destinati a ripetersi date le pessime misure di sicurezza adottate in questo reparto". La ladra è una 40enne di Montecorvino Rovella ricoverata al regime degli arresti domiciliari nel reparto di Nefrologia del Ruggi.

Come raccontato dalla De Simone, portavoce anche di altri pazienti ricoverati presso Ginecologia, ad ogni modo, una delle porte di accesso al reparto è praticamente rotta e gli armadietti sono privi di chiavi, a tutto danno per la tutela della privacy dei ricoverati, oltre che per la sicurezza: chiunque, a quanto pare, potrebbe introdursi nelle stanze dove sono ospitati i degenti dell'ospedale, come confermato anche dal personale paramedico che da tempo immemore denuncia l'inadeguatezza delle condizioni strutturali del reparto. L'accorato appello, quindi, si rivolge al nuovo direttore della struttura ospedaliera, Viggiani: "E' necessario effettuare immediatamente diversi sopralluoghi per verificare le allarmanti condizioni di alcuni reparti ospedalieri: i pazienti del Ruggi hanno diritto alla sicurezza e a vivere al meglio il loro periodo di ricovero". Una denuncia che merita massima attenzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruggi, quattro furti in tre giorni presso Ginecologia: il racconto choc

SalernoToday è in caricamento