rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Baronissi

"Operai senza stipendio e costretti ad acquistare materiale antinfortuinistico": la denuncia di Angelo Rispoli

La denuncia che arriva dai 25 operai che si occupano della raccolta dei rifiuti a Baronissi, con il cantiere attualmente gestito dalla ditta "L’Igiene Urbana" di Scafati. La situazione ha raccolto le attenzioni di Angelo Rispoli

"Lavoratori da un mese senza stipendio e costretti a pagare con il proprio denaro il materiale antinfortunistico che dovrebbe essere dato in dotazione dall’azienda": questa è la denuncia che arriva dai 25 operai che si occupano della raccolta dei rifiuti a Baronissi, con il cantiere attualmente gestito dalla ditta L’Igiene Urbana di Scafati. La situazione ha raccolto le attenzioni di Angelo Rispoli, segretario della Fiadel provinciale, che chiede di chiarire in tempi brevi.

Le richieste di Rispoli

"Tutto è emerso nell’assemblea tenuta nella mattinata di ieri, nell’aula consiliare del Comune di Baronissi, con le maestranze - ha spiegato Rispoli - I lavoratori non hanno ricevuto uno stipendio e sono costretti a sostenere le spese di acquisti come scarpe e materiale di consumo che, invece, dovrebbe essere dato in dotazione della società. Non si può andare avanti così. Il sindaco intervenga". Il caso segue la delicata questione lagata alla gara d'appalo sulla gestione dei rifiuti nel comune della Valle dell'Isrno vinta da una ditta casertana sprovvista, al momento, del certificato antimafia. "Sappiamo che il servizio è stato prorogato a L’Igiene Urbana in attesa di chiarire il tutto e verificare i requisiti dell’azienda arrivata seconda, la Atm Tecnology. Ecco perché, insieme ai 25 operai, siamo preoccupati" ha continuato il segretario della Fiadel. I lavoratorio, durante l'assemblea, hanno anche chiesto garanzie per il loro futuro. "Ricordiamo che sono queste le persone che tengono pulite le strade di Baronissi, che raccolgono e differenziano i rifiuti e che portano lustro alla città e ai suoi amministratori consentendo di vincere premi per la qualità e l’efficienza del servizio - ha incalzato Rispoli - Questi lavoratori, tra mille difficoltà, continuano ad assicurare il loro impegno anche se non hanno ancora percepito lo stipendio del mese di dicembre. Al Comune di Baronissi - conclude - chiediamo di garantire il passaggio di cantiere dei lavoratori da un’azienda all’altra quando l’appalto sarà aggiudicato. Verifichi che tutto venga fatto secondo la legge".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Operai senza stipendio e costretti ad acquistare materiale antinfortuinistico": la denuncia di Angelo Rispoli

SalernoToday è in caricamento