Raccolta rifiuti, scattano i divieti e le multe nei Comuni: "E' emergenza"

I sindaci di Ravello e Nocera Superiore invitano i cittadini a non conferire i rifiuti in strada fino a domenica. A Castellabate, invece, il Comune alza la guardia contro chi conferisce la spazzatura in maniera irregolare

Disagi e sanzioni nei Comuni per la raccolta dei rifiuti. La complessa situazione dell’emergenza rifiuti richiamata nei giorni scorsi dal governatore campano Vincenzo De Luca per lo stop del termovalorizzatore di Acerra fa registrare un’involuzione imprevista che spariglia le carte in tavola creando una nuova grana per tutti i sindaci – malgrado la competenza diretta, in termini di programmazione, della Regione – costretti, ora, a fare i conti con la paralisi della raccolta della frazione organica.

I divieti

Dopo la comunicazione della società Am Tegnology a cui è affidato il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti attraverso cui si prende atto della sospensione di attività di stoccaggio da parte della Helios srl e di altri impianti all'uopo autorizzati, il Comune di Ravello ha disposto a tutte le utenze domestiche e non domestiche il divieto di conferimento dei rifiuti organici (“umido”) su tutto il territorio comunale fino a domenica 30 giugno 2019. Dal Municipio spiegano, nei dettagli, la crisi del weekend: “La situazione di emergenza venutasi a creare ha investito l'intero Sud Italia comportando la saturazione di tutti gli impianti consultati dalla Am Tecnology oltre che la chiusura all'intero Sud Italia dell'impianto di compostaggio Sesa spa che si occupa del trattamento dei rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata. Il Comune, pur garantendo in questi ultimi giorni la raccolta dell'umido, si è visto costretto in data odierna ad emettere ordinanza per effetto della saturazione dei siti sin qui individuati. L'Amministrazione Comunale di Ravello, nel chiedere la collaborazione ai cittadini e alle attività commerciali, fa sapere di essersi prontamente attivata per far fronte alla situazione di emergenza procedendo, insieme alla società che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, all'individuazione di impianti che possano ospitare la materia umida proveniente dal territorio di Ravello”.

Situazione simile nel comune di Nocera Superiore dove, questa mattina, il sindaco Giovanni Maria Cuofano, ha firmato un’ordinanza con la quale, per l’impossibilità di raccolta e per motivi igienico-sanitari, viene disposto il divieto di conferimento dell’umido da questa sera (venerdì 28 giugno) a domenica 30. "Se fino a ieri abbiamo tenuto sotto controllo la raccolta dei rifiuti ed in particolare della frazione secca, da oggi cambia lo scenario perché, con la chiusura della piattaforma Gesco, ora siamo costretti a fare i conti con un’emergenza nell’emergenza, ovvero il blocco dell’umido. Rispetto a questa situazione, che ha in sé conseguenze anche di natura igienico-sanitaria, siamo seriamente preoccupati. Abbiamo gestito la raccolta del secco e c’eravamo attrezzati in anticipo per poterla tenere sotto controllo fino a settembre – spiega Cuofano – ma ora, a questa crisi che avremmo gestito con relativa tranquillità, si sovrappone il blocco dell’umido per via della chiusura della piattaforma Gesco che ci impedisce, al momento, la raccolta della frazione. È una situazione molto delicata sulla quale stiamo lavorando per trovare ad horas e nel pieno rispetto delle norme soluzioni efficaci che ci consentano di correre ai ripari e limitare al minimo i disagi per i cittadini ai quali si chiede uno sforzo aggiuntivo e la massima collaborazione. È questa la vera emergenza ed è un’emergenza che investe tutta la Campania senza distinzione alcuna e che mette a dura prova tutti i nostri territori. Siamo in contatto diretto con l’Ente d’Ambito territoriale per andare incontro a questa drammatica situazione".

Le multe

L’amministrazione di Castellabate alza la guardia contro chi conferisce la spazzatura in maniera irregolare. Sotto l’occhio della Polizia locale finisce, in particolare, chi utilizza il sacco nero o non tiene conto dei giorni stabiliti per il conferimento. Il sindaco Costabile Spinelli e l’assessore all’ambiente Domenico Di Luccia visti gli ottimi risultati raggiunti attraverso il nuovo sistema di raccolta, arrivata a circa l’80%, hanno predisposto l’intensificazione dei controlli, con multe, per i conferimenti non conformi. Ad oggi, dopo sole due settimane di attività, sono undici le sanzioni elevate per depositi irregolari di rifiuti riscontrati nelle varie frazioni del comune. Capillari i controlli effettuati dagli agenti di polizia municipale, anche in borghese, affiancati dagli operatori della Sarim, società che gestisce il servizio, che si andranno ulteriormente a potenziare nei fine settimana. Inoltre dal 1° luglio scatterà la nuova ordinanza – la numero 11 del 28/06/2019 - per il conferimento dei rifiuti che posticipa il conferimento, dalle ore 24 alle 5 - invece che dalle ore 21 - nelle zone centrali e pedonali per tutelare la qualità del decoro urbano, in particolare a Santa Maria su Corso Matarazzo, via Guglielmini e Lungomare Perrotti, a San Marco in piazza Comunale, corso Vittorio Emanuele, corso De Angelis, nel centro storico di Castellabate. Inoltre i contenitori dovranno essere esposti in strada solo negli orari del conferimento per migliorare la vivibilità comune. “Con la firma dell’ordinanza si disciplina il servizio di raccolta differenziata, si definiscono le sanzioni per chi non rispetta le regole applicate dalla Polizia Municipale e si stabilisce la modifica degli orari di conferimento nelle zone in cui si sono riscontrate delle criticità – commenta il sindaco Costabile Spinelli – con il nuovo sistema di raccolta abbiamo toccato punte di eccellenza che non possono essere vanificate per l’incuria di pochi, è per questo che, dopo una capillare campagna informativa e di sensibilizzazione sul tema, stiamo innalzando il livello di attenzione per il bene di tutta una comunità sempre più attenta alla salvaguardia del nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento