menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ti presento Francesco": la storia di una malattia nel libro-testimonianza

Leonardo De Lorenzo, musicista e scrittore, ha toccato le corde giuste e scelto le parole migliori per raccontare il dolore che poi diventa rinascita, rilancio, occasione di socializzazione

Prima la malattia, poi il dolore, infine il risveglio, la rinascita e il riscatto. C'è un percorso durato anni - alla ricerca delle parole migliori e delle corde giuste - nelle pagine del libro testimonianza "Ti presento Francesco", scritto da un padre speciale per un figlio speciale. "Ti presento Francesco", audio libro di Leonardo De Lorenzo, presidente dell'associazione di promozione sociale e culturale "L'isola dei girasoli", è la storia di un ragazzo colpito da una rara forma di tumore pediatrico e che diventa progressivamente tetraplegico. Francesco si ammala ma Leonardo non perde la speranza e alterna racconti di vita quotidiana a riflessioni sulla disabilità. Ci sono voluti anni per scrivere il libro: testimoniare è raccontarsi, perdere pelle, piangere e liberarsi nello stesso tempo, mentre si appronta la bozza e si squadra il foglio. Leonardo c'è riuscito e stamattina, a Palazzo di Città, ha presentato il proprio lavoro, che si avvale anche della prefazione di Tullio De Piscopo, più nota di Maurizio de Giovanni. Alla presentazione è intervenuto il sindaco di Salerno, Enzo Napoli, e ha partecipato live l’Ensemble Jazz del Liceo “Alfano I” di Salerno che, diretta dal Maestro Giuseppe Esposito, ha eseguito alcuni brani del libro composti dall’autore, batterista. Sulla copertina del libro c'è una delle mattonelle dipinte da Francesco, quando la malattia ancora gli consentiva di effettuare attività manuali nella ludoteca dell'Istituto Nazionale per i tumori di Milano.

Non solo libro

Il disco – disponibile in cd allegato al libro o in formato digitale con l'ebook – alterna alcuni passi di “Ti presento Francesco” a composizioni originali che De Lorenzo ha scritto per un vasto ensemble (sax soprano, pianoforte, contrabbasso, quartetto d’archi, percussioni, voce e batteria), arricchito da ospiti di prestigio quali il noto trombettista Paolo Fresu, la violoncellista Giovanna Famulari e il percussionista e vocalist Giovanni Imparato. E' il lavoro di un uomo che non ha chiuso il cuore ma che ha permesso alla vita di parlargli e l'ha accettata come dono, ad ogni costo, a qualsiasi prezzo. Leonardo ha voluto che la storia di Francesco fosse racconto per testimoniare ad altri genitori. Ha portato anche la musica negli ospedali pediatrici italiani con il progetto “Musica in corsia – I concerti del sorriso”. 

La testimonianza

"Ho avuto un'esperienza drammatica di un figlio che dopo la malattia oncologica è diventato tetraplegico carrozzato - racconta Leonardo De Lorenzo, papà di Francesco -. Il lavoro esprime le mie emozioni ma vuole aiutare anche chi, come me, vive la stessa situazione ma non riesce a canalizzare, non riesce a buttare fuori questa rabbia. Nonostante tutto, Francesco c'è e lo sento vicino. A volte capita che i genitori abbiano una sorta di accanimento: tante volte mi sono chiesto se fosse giusto che continuasse a vivere in questa condizione. Il fatto stesso che abbia resistito da solo a vari momenti di crisi profonda, significa che lui vuole stare qui con noi. E' l'unica certezza che ho. I suoi sorrisi lo dimostrano. Sono sicuro che Francesco stia bene, nonostante la sua condizione".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento