menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Potrete aprire una pizzeria con un finanziamento", ma non era vero: nei guai avvocatessa

Il legale di Eboli avrebbe fatto credere a due fratelli battipagliesi che avrebbero potuto aprire una pizzeria nel centro di Salerno, realizzando il loro sogno

Guai in vista, per un'avvocatessa ebolitana, C.S. le sue iniziali: come riporta La Città, il legale avrebbe fatto credere a due fratelli battipagliesi che avrebbero potuto aprire una pizzeria nel centro di Salerno, realizzando il loro sogno. L'avvocatessa è finita agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta della procura di Salerno sul giro di truffe ai danni di anziani e persone affette da patologie: è accusata di aver inscenato anche la consegna simbolica del mazzo di chiavi del futuro locale. Come scrive il gip Renata Sessa del tribunale di Salerno, "gli rappresentò falsamente la possibilità di ottenere un finanziamento utile all’apertura di una pizzeria in franchising".

Il raggiro

Nel complesso del raggiro – scrive il gip – agli aspiranti pizzaioli C.S. fece acquistare gli abiti da lavoro per i dipendenti dell’attività, presentandogli la falsa documentazione relativa alla fantomatica pizzeria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento