Sarno: strada intitolata a Massimiliano Randino, ucciso da un ordigno

Randino, appartenente alla Brigata paracadutisti “Folgore“, morì in un attentato a Kabul, in Afghanistan, il 17 settembre 2009

Morì in un attentato a Kabul, in Afghanistan, il 17 settembre 2009: a lui, ora, verrà intitolata una strada a Sarno. Lunedì 12 novembre, l'Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Giuseppe Canfora, infatti, dedicherà un omaggio al Caporal Maggiore Massimiliano Randino che, originario di Sarno ed appartenente alla Brigata paracadutisti “Folgore“, fu ucciso da un ordigno.

La cerimonia

Insignito della “Croce d’onore alla memoria” dal Presidente della Repubblica il 23 dicembre 2009, Randino, durante un’attività di scorta nella città di Kabul, rimase ucciso nell’esplosione di un ordigno che colpì il veicolo militare sul quale era a bordo. La cerimonia di intitolazione avrà inizio alle 11.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di casa e sparisce nel nulla: imprenditore trovato morto a Colliano

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Pioggia di multe per i clienti dei negozi a Scafati: scoppia la rivolta dei commercianti

  • Uccisa e abbandonata a Salerno, 18 anni di carcere per l'assassino di Mariana

  • Presunto ufo a Capaccio Paestum: lo scatto attenzionato dagli esperti

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

Torna su
SalernoToday è in caricamento