Rapina 2 ragazzini sul Corso: poliziotto fuori servizio blocca una 32enne, arrestata

Una 32enne di Cava, senza fissa dimora, in stato di alterazione psico-fisica presumibilmente per eccesso di alcol, ha rapinato due 12enni, privandoli dei loro telefoni cellulari e poi strattonandoli

Attimi di tensione, ieri pomeriggio, intorno alle ore 18.30 sul Corso Vittorio Emanuele, all'altezza dell'Oviesse. Una 32enne di Cava, senza fissa dimora, in stato di alterazione psico-fisica presumibilmente per eccesso di alcol, ha rapinato due 12enni, privandoli dei loro telefoni cellulari e poi strattonandoli, sferrando anche, ad uno dei due, una gomitata. La donna, quindi, di corsa, si era diretta verso la stazione, ma, fortunatamente, la scena è stata notata dall'Assistente Capo della Polizia di Stato presso il reparto Prevenzione Crimine Campania, Marco Porpora, libero dal servizio: l'agente 37enne, in abiti civili, immediatamente, ha bloccato la donna che ha opposto resistenza, procurandogli contusioni guaribili in 15 giorni, come refertato successivamente dall'ospedale Ruggi di Salerno.

L'arresto

Ad intervenire, anche un altro poliziotto fuori servizio ed il responsabile all'accoglienza dell'Oviesse: un passante, dunque, ha allertato il 112 e sul posto è giunta una pattuglia dei carabinieri. La donna è stata arrestata con l'accusa di rapina impropria e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. E' stata condotta, infine, presso il carcere di Fuorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento