menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina a mano armata al Decò di Battipaglia: un fermo, è caccia al complice

Ieri sera, all'ora di chiusura, due giovani a volto coperto e sotto la minaccia di una pistola hanno letteralmente divelto la cassa portando via il cassetto che però conteneva solo carte di alcun valore, per poi fuggire

Tensione a Battipaglia: c'è stata una nuova rapina ai danni di un supermercato del centro, precisamente del Decò del quartiere Sant'Anna, dove ieri sera, all’ora di chiusura, due giovani a volto coperto e sotto la minaccia di una pistola hanno letteralmente divelto la cassa portando via il cassetto  (che però conteneva solo carte di alcun valore), per poi fuggire. Immediato l’intervento dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Battipaglia che sono riusciti, nel cuore della notte, ad individuare uno dei responsabili sottoposto a fermo: G.S. 34enne, con piccoli precedenti per droga. Ritrovate anche pistole e refurtiva. E' caccia al complice.

Intanto già dai primi riscontri appare evidente come i due siano gli autori anche della rapina messa a segno al supermercato Madaio di sabato scorso, anche se gli inquirenti li ritengono coinvolti in altri episodi delittuosi consumati negli ultimi mesi in zona. Non ultima, anche una rapina, nemmeno denunciata, commessa martedì notte ai danni di un negoziante atteso al rientro a casa nel cuore della notte per rubargli l’incasso. I militari lo hanno chiamato nel cuore della notte dopo aver trovato nel corso delle perquisizioni il portafogli che gli era stato rubato contenente i documenti.

I dettagli:

Preziosi i filmati acquisiti nel corso della notte da varie attività commerciali presenti in zona (due titolari sono stati svegliati nel cuore della notte ed hanno offerto la loro disponibilità a mettere a disposizione dei Carabinieri le immagini registrate) per dare almeno un volto ai rapinatori che alle 20,40 avevano fatto irruzione all’interno del supermercato Dico di Battipaglia, tra decine di clienti terrorizzati. Ore di immagini da visionare. Alla fine però si è riusciti a catturare il fotogramma buono. Proprio l’istante  in cui i due, prima di entrare in azione, indossano le due maschere per coprire il volto durante il colpo, rendendoli irriconoscibili. A dare un nome ad almeno uno dei due ci ha pensato la profonda conoscenza degli ambienti criminali di Battipaglia acquisita attraverso anni di esperienza da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo. Nel giro di pochi minuti i Carabinieri si sono fiondati a casa del sospettato trovato già a letto. Una approfondita perquisizione e cominciano a saltare fuori i primi riscontri. Prima l’abbigliamento indossato durante la rapina, poi le due maschere. Incastrato dall’evidenza, G.S. 34enne, con piccoli precedenti per droga, conduce i Carabinieri nel luogo dove ha nascosto la pistola (una perfetta riproduzione di  una Beretta calibro 9), ed il cassetto rubato al supermercato. Per lui scatta il fermo per rapina aggravata ed il trasferimento al carcere di Salerno. I Carabinieri contano, a breve di stringere il cerchio anche sul complice. Forse un giovane battipagliese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento