menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Corso Vittorio Emanuele

Corso Vittorio Emanuele

Sorpreso a rubare in un negozio, arrestato 26enne: è caccia ai complici

A finire in materre un ragazzo marocchino che, nel tentativo di farsi alla fuga, ha ferito un dipendente dell'esercizio commerciale. Dagli accertamenti è risultato un irregolare

Un ragazzo marocchino di 26 anni, A. M le sue iniziali, è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Salerno con l’accusa di rapina nei confronti di un commerciante del capoluogo. Il giovane, intorno alle 13:30 di ieri, è stato sorpreso insieme ad altri due complici in un negozio di Corso Vittorio Emanuele mentre tentavano di rubare diversi capi di abbigliamento dal personale preposto alla vendita. Una volta scoperti i ladri si sono dati alla fuga. Uno di loro, però, ha spinto a terra un dipendente dell’esercizio commerciale, che ha riportato leggere contusioni.

Sul posto sono giunti i poliziotti della Questura, i quali, senza non poche difficoltà, sono riusciti a bloccare ed identificare l’uomo che, dopo gli accertamenti, è risultato essere un cittadino irregolare presente sul territorio nazionale. Non solo ma quest’ultimo è stato denunciato per rapina impropria, ossia per aver usato violenza contro un dipendente del negozio con l’obiettivo di assicurarsi il profitto del furto appena consumato. L’arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito per direttissima fissato per oggi. La merce trafugata è stata restituita al legittimo proprietario. Sono attualmente in corso le ricerche dei due complici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Contagi a scuola: positivo un alunno a Contursi

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'A2, furgone si ribalta: ferito il conducente

  • Cronaca

    Ripresa in presenza all'Unisa: i dubbi della Cisl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento