Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Fratte Calcedonia / Via Fabio Filzi

Due rapine in dieci minuti: arrestati dai carabinieri

Due malviventi sono stati tratti in arresto dai carabinieri dopo aver rapinato un tabacchi a Pellezzano ed aver tentato di rapinare un fruttivendolo a Baronissi

Mettono a segno una rapina e ne tentano un'altra nel giro di dieci minuti e scappano, ma vengono arrestati dai carabinieri. E' accaduto nella tarda serata di ieri: I .A., 32 anni, di Salerno e L. G., 32 anni di Baronissi, entrambi già noti alle forze dell'ordine, sono stati tratti in arresto dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Salerno, agli ordini del capitano Enrico Calandro. Intorno alle 21 i due, a bordo di un motociclo Yamaha TDM, con il volto coperto da passamontagna e casco ed armati di pistola, hanno rapinato una tabaccheria a Capriglia di Pellezzano, portando via 845 Euro in contanti e due pacchetti di sigarette.

In seguito, i due malviventi sono fuggiti verso Baronissi dove, alle 21 e 10, hanno tentato di rapinare un fruttivendolo che si è però rifiutato di aprire la cassa e per questo è stato colpito alla testa con il calcio della pistola da uno dei due malviventi: per l'esercente un trauma cranico con prognosi di dieci giorni. I due banditi sono quindi fuggiti in direzione Salerno. Nel frattempo le vittime hanno allertato i carabinieri, che si sono prontamente messi in moto. Dopo un inseguimento protrattosi per oltre un chilometro i banditi hanno perso il controllo del motociclo e lo hanno abbandonato per fuggire a piedi.

Tuttavia, la loro fuga è durata solamente trecento metri: i carabinieri li hanno fermati in via Fabio Filzi nei pressi del fiume Irno. Nel corso della loro fuga i due malviventi si sono liberati di due caschi e due passamontagna indossati per mettere a segno le rapine. Il materiale è stato rinvenuto dai carabinieri lungo la riva del fiume e sequestrato unitamente al motociclo. In seguito ad una perquisizione i due sono stati trovati in possesso della refurtiva, che è stata restituita al proprietario della tabaccheria.

In mattinata, nel corso di ulteriori attività di ricerca, i carabinieri hanno rinvenuto anche la pistola Beretta calibro 9 con matricola abrasa, utilizzata dai banditi per le rapine e abbandonata durante la loro fuga a piedi: anche l'arma è stata sottoposta a sequestro. I. A. e L. G. sono stati arrestati con l'accusa di rapina a mano armata, tentata rapina a mano armata, porto abusivo di arma clandestina, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. I due sono stati tradotti nel carcere di Salerno a disposizione dell'autorità giudiziaria.

LA RAPINA AL TABACCHI IN VIA IRNO

LA RAPINA ALLE POSTE A ROCCAPIEMONTE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due rapine in dieci minuti: arrestati dai carabinieri

SalernoToday è in caricamento