menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Squadra Mobile

La Squadra Mobile

Rapine nel salernitano: individuato il colpevole, è un ex falegname

Il 64enne salernitano è stato fermato dalla polizia con l'accusa di essere il rapinatore seriale che dal febbraio dello scorso anno ha compiuto almeno cinque colpi nel centro cittadino

Si aggirava con una pistola e, una volta individuate le vittime, quasi sempre ultrasessantenni, le avvicinava e le minacciava, derubandole dei loro monili e di tutto ciò che avevano. Ma è stato finalmente scoperto. Nuova importante operazione della Squadra Mobile contro l'autore delle numerose rapine verificatesi nelle ultime settimane a Salerno e in altri comuni della provincia. I risultati delle nuove indagini sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa convocata presso l’ufficio del dirigente della Squadra Mobile presso la Caserma Pisacane. 

Il 64enne salernitano è stato fermato dalla polizia con l'accusa di essere il rapinatore seriale che dal febbraio dello scorso anno avrebbe compiuto almeno cinque colpi nel centro cittadino. L'uomo, un tempo falegname, vive nell'assoluta indigenza e non ha precedenti: il che ha reso ancora più complesse le indagini. Grazie ad "accertamenti porta a porta", alias con l'aiuto e la collaborazione dei cittadini, è stato ad ogni modo individuato. In particolare, risulta responsabile di due colpi, di cui uno tentato, risalenti al 1 e al 2 marzo a Salerno: le immagini estrapolate dalle telecamere di sorveglianza di alcuni esercizi commerciali siti nei pressi dei luoghi dove erano stati commessi i reati, nonché il riconoscimento da parte delle vittime, hanno permesso di identificare il 64enne che, all’atto del fermo, è stata trovato in possesso della pistola usata per le rapine. I poliziotti hanno proceduto, inoltre, a denunciarlo anche perchè indiziato della commissione di altri tre colpi ai  danni di donne anziane, commessi nel centro cittadino, tra febbraio 2015 e febbraio 2016. Il 64enne è stato pertanto arrestato e condotto presso il carcere di Fuorni, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento