Ravello, autista della Sita preso a schiaffi alla fermata

L'episodio si è verificato, domenica pomeriggio, in via Giovanni Boccaccio. Sul posto sono arrivati i carabinieri

Paura, ieri pomeriggio, in via Giovanni Boccaccio a Ravello, dov’è andata in scena una violenta lite tra un cittadino e l’autista di un bus della Sita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'aggressione

Al momento della discesa e la salita dei passeggeri - riporta Il Vescovado - l'uomo è salito a bordo del bus rifilandogli uno schiaffo e una testata. Increduli gli altri passeggeri che hanno immediatamente allertato i carabinieri. L'autista, un 31enne salernitano, stagionale, che non avrebbe reagito, ha dovuto interrompere il suo servizio (è stato successivamente sostituito da un collega) per essere accompagnato al Pronto Soccorso del Costa d'Amalfi. Dovrà rimanere a riposo per sette giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento