Morì mentre raccoglieva limoni in Costiera, Cassazione conferma condanna per omicidio

Secondo la ricostruzione dei giudici di merito, l’imputato, quel giorno affidò ad un cittadino di origini rumene la raccolta dei limoni: l’operaio s’avvalse di scale prive di ganci di trattenuta e di appoggi antisdrucciolevoli

I giudici hanno confermato l'accusa di omicidio colposo per la morte di un operaio incaricato dal suo datore di lavoro di raccogliere i limoni da un albero a Ravello. La Cassazione conferma dunque il giudizio di secondo grado per un imputato di 81 anni, di Ravello, deceduto lo scorso marzo. Secondo la ricostruzione dei giudici di merito, l’imputato, quel giorno affidò ad un cittadino di origini rumene la raccolta dei limoni: l’operaio s’avvalse di scale prive di ganci di trattenuta e di appoggi antisdrucciolevoli. Era il maggio del 2013. La vittima aveva 53 anni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fatto

Nella ricostruzione, l’operazione fu eseguita dalla vittima senza casco protettivo e mediante l’utilizzo di una scala comune, inadeguata ad effettuare lavori a 7 metri di altezza, su un piano di calpestio in pendenza e con uno strapiombo di 5 metri e mezzo. Una serie di superficialità che, durante la raccolta degli agrumi, portarono alla caduta dell’operaio, che precipitò su una piazzola sottostante e morì per le ferite riportate. La difesa aveva presentato ricorso in merito alla qualifica che gli fu riconosciuta, in quanto "datore di lavoro". Per i giudici, che hanno respinto il ricorso, l'imputato era "titolare di un vero e proprio obbligo di garanzia a tutela dell'incolumità del lavoratore e che, essendosi verificato l'infortunio sul luogo di lavoro e quindi entro l'area di rischio, competeva al medesimo, in quanto gestore del fondo, l'obbligo giuridico dell'esatta osservanza delle misure antinfortunistiche, quindi, nel caso di specie, di dotare l'occasionale collaboratore di una scala conforme".  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento