menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Razzismo in ospedale? Caso singolo: oltre la denuncia, gli elogi agli infermieri "di cuore"

Il giovane ivoriano ha sottolineato il buon cuore del personale sanitario dell'ospedale Ruggi, dove è ricoverato. Contemporaneamente, attraverso la nostra testata, Gianfranco Ferrigno rivolge il suo "grazie" al personale di Nefrologia

E' stato accusato di aver denunciato quanto subito, "infangando", secondo anche alcuni lettori che hanno commentato la nostra intervista, l'Italia, e additandola di razzismo. Ma, in realtà, Souelymane Rachidi, il 20enne della Costa d'Avorio che ha raccontato, con tanto di video, delle offese ricevute da un'infermiera dell'ospedale Curteri di Mercato San Severino, poi smentite dalla direzione del Ruggi, ha anche elogiato e ringraziato gli innumerevoli italiani, in particolare salernitani, che lo hanno accolto e voluto bene. Non solo, Sole, così come chiamato dagli amici,  ha anche sottolineato il buon cuore del personale sanitario dell'ospedale Ruggi, dove si trova attualmente ricoverato, precisando come, a fronte della denuncia del caso di razzismo, non vi sia, in realtà, nessuna intenzione di dipingere la nostra comunità come disumana, bensì solo quella, a suo dire, di render nota una ingiustizia subita.

La smentita del Ruggi

A scagliare una freccia a favore di medici e infermieri del territorio, riferendosi, in particolar modo, a quelli del reparto di Nefrologia del Ruggi, (già distintisi peraltro con un'assistenza a 360° per un giovane di colore con una grave patologia ndr) è, intanto, anche il  presidente della Claai, Gianfranco Ferrigno che intende ringraziare, attraverso la nostra redazione, il personale sanitario dell'ospedale salernitano per il lavoro svolto con impeccabile professionalità ed umanità, nonostante le continue emergenze. Tali ringraziamenti, dunque, confermano l'impegno e la disponibilità di tanti infermieri e operatori che svolgono la propria mission con spirito di servizio e altruismo, senza mai negare un sorriso ai pazienti che, in condizioni delicate, non possono che trarre forza e sostegno da tali apprezzabili comportamenti.

Sole replica al Ruggi: l'intervista

Le accuse di Souelymane rivolte all'infermiera di Mercato San Severino, dunque, a detta del giovane ivoriano, hanno il  solo obiettivo di pretendere giustizia. Il paziente che resta ricoverato al Ruggi, peraltro, ha anche concesso alla nostra testata un'intervista per far chiarezza sulla situazione, dopo la nota ufficiale della direzione del Ruggi secondo cui quelle offese non sarebbero state rivolte a lui.

La solidarietà

Un fiume in piena, ad ogni modo, la bacheca Facebook  del giovane, studente e lavoratore, tra amici, conoscenti, politici, docenti e compagni di scuola che gli hanno espresso piena solidarietà e sostegno per l'accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento