menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regimen Sanitatis Salernitanum: la leggenda di Roberto di Normandia

Il Regimen Sanitati Salernitanum, ovvero La regola sanitaria salernitana, anche noto come Flos medicinae Salerni, è uno dei testi più famosi della Scuola Medica Salernitana e la leggenda alla base della sua nascita è particolarmente interessante

Il Regimen Sanitati Salernitanum, ovvero La regola sanitaria salernitana, anche noto come Flos medicinae Salerni, Fiore della medicina di Salerno, è, senza dubbio, uno dei testi più famosi della Scuola Medica Salernitana. La leggenda alla base della nascita del libro è molto affascinante. Roberto II di Normandia, ferito gravemente al braccio durante la prima crociata, si diresse a Salerno per essere curato dai famosi maestri della Scuola.

La guarigione

Giunto in città fu subito visitato ma, ben presto, i maestri della Scuola decretarono che la freccia che aveva ferito Roberto era stata avvelenata e che, a meno che qualcuno, rinunciando alla propria vita, succhiasse via il veleno dal braccio, al Duca rimanevano ben pochi giorni di vita. Roberto vietò espressamente tale pratica perchè non voleva che nessuno rinunciasse alla propria vita per salvarlo. Di notte, però, la moglie Sibilla, spinta dall'amore per il prode crociato, succhio via il veleno donando la propria vita al marito. Roberto, quindi, si salvò e prima della partenza i maestri della Scuola gli donarono un libro contenente alcuni consigli per vivere bene, in salute ed a lungo. Il Regimen, infatti, è dedicata, nei primi versi "Al re d'Inghliterra".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento