Ossigeno per l'Anffas: la Regione sblocca i fondi

Il presidente dell'Anffas Salerno, Salvatore Parisi, ha incontrato il Governatore De Luca. Fumata bianca: ecco la delibera che dirotta alle Asl il 30 per cento delle erogazioni

conferenza presentazione Anffas

"Ero disperato: ritardi su ritardi, comparto socio assistenziale al collasso. Ho giocato l'ultima carta: ho scritto alla Regione Campania. Il 10 giugno, ho indirizzato la mia lettera al Governatore De Luca prospettandogli due strade: il tracollo oppure l'accelerazione. Stamattina sono qui a parlarvi di un settore che ha ripreso quota, ossigeno, fiducia". E' contento ed emozionato Salvatore Parisi, presidente Anffas di Salerno. Da coordinatore regionale, facendosi carico delle paure di tutti - non solo gli operatori ma soprattutto le famiglie dei tanti assistiti - ha preso carta e penna ed ha segnalato alla Regione Campania le difficoltà di un settore in ginocchio. Stamattina, durante la conferenza stampa che annunciava lo sblocco imminente del 30 per cento dei fondi, grazie ad una delibera regionale ad horas, ha fornito ai giornalisti presenti anche la sua lettera accorata. Nella missiva, Parisi aveva spiegato che le strutture denominate RSA, assoggettate ad una doppia erogazione tariffaria - il 70% a carico della Sanità e il restante 30% a carico dei Comuni - fossero in ginocchio a causa di ritardi enormi nei pagamenti, in alcuni casi addirittura superiori ai 3 anni.

Dopo aver letto la comunicazione e la relazione, De Luca ha ricevuto lunedì scorso Parisi in Regione, alla presenza di assessori alla sanità e al bilancio. "In due ore di dialogo serrato - spiega Parisi - ho potuto illustrare le criticità che affliggono l'intero comparto. Il Governatore non solo s'è fatto carico della problematica dando mandato agli assessori di accelerare la delibera che prevede lo sblocco immediato del 30% dei fondi spostandoli direttamente alle Asl, ma ci ha anche assicurato che i bisogni e le istanze di chi ha disabilità e fragilità, in Campania, saranno intercettati come urgenze e priorità. Respiriamo. Ora rimbocchiamoci le maniche".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento