menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Luca

De Luca

De Luca attacca i vigili urbani, la replica: "Forse è lui ad essere in ricreazione"

Le sigle sindacali minacciano di convocare un'assemblea pubblica il giorno di San Matteo in segno di protesta contro le critiche mosse dal governatore della Campania

Dopo l’affondo del governatore della Campania Vincenzo De Luca contro i vigili urbani di Salerno esplode l’ira delle sigle sindacali dei caschi bianchi che ora minacciano di convocare un’assemblea il prossimo 21 settembre, in concomitanza con la festa di San Matteo, per spiegare alla città lo stato di difficoltà in cui sono costretti a operare. "Riteniamo le critiche ingiuste, irriconoscenti  e populistiche in quanto rilasciate da una persona che ben conosce i numerosi problemi che attanagliano il Corpo e i sacrifici che il personale della polizia municipale, ha affrontato durante la sua gestione e che  affronta giorno per giorno per assolvere i propri compiti e che molte volte vanno ben oltre il solo dovere" dichiara il segretario aziendale della Cisl Fp Raffaele Vitale.   

Poi il sindacalista spiega: “Era largamente prevedibile che la mancata assunzione dei Vigili stagionali, (cosi come avvenuto negli anni addietro), l’atavica carenza di personale, il dovuto rispetto delle norme sulle fruizioni delle ferie e dei riposi compensativi, avrebbe quantomeno procurato un minimo disservizio. Appare giusto precisare che anche durante la sua gestione non si è mai riusciti a produrre una organizzazione del lavoro ed ad un nuovo regolamento della polizia municipale (quello attuale, se memoria non ci inganna, risale al 1959) in quanto qualsiasi comandante in carica non ha mai avuto l’autonomia necessaria per  discutere e sottoscrivere accordi in tal senso, pur essendo tutti a conoscenza che tali strumenti avrebbero consentito una migliore gestione del personale ed una maggiore sicurezza ai cittadini".

Secondo Vitale “il governatore sa bene che personale in viabilità si vede costretto  ancora oggi ad utilizzare la  propria auto come spogliatoio e che l’intero personale molte volte ha dovuto fornirsi di divise a proprie spese, nell’indifferenza totale. Ci auguriamo – conclude - che alle parole subentrano i fatti e che quanto prima ci sia un confronto per migliorare le condizioni di lavoro e risolvere le criticità esposte". Altrettanto duro Pasquale Abignano, della Rsu-Cgil: “Siamo stanchi di queste battute facili. E’ De Luca, forse, che è in ricreazione con i caschi bianchi. Lui è venuto meno e non ha dato alla polizia municipale quello di cui necessaità, perché siamo in una situazione drammatica come gestione interna”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento