menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ressa al "Marte", il Comune di Cava sospende il locale: la titolare si difende

L'amministrazione comunale ha disposto l’avvio del procedimento di revoca della concessione agli attuali gestori, ma anche la chiusura immediata delle attività per giorni cinque

San Silvestro alla Mediateca di Cava de’ Tirreni. Dopo le polemiche sulla serata organizzata al “Marte”, per presunte infrazioni sulle presenze nel locale e sulla mancanza di misure di sicurezza, oggi l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Servalli ha disposto l’avvio del procedimento di revoca della concessione agli attuali gestori, ma anche la chiusura immediata delle attività per giorni cinque.I gestori, infatti, non avrebbero rispettato la diffida notificata dalla Polizia Municipale il 30 dicembre.

L’amministratore Maria Lamberti:  

Intendo esprimere quale amministratore del Marte Mediateca di Cava de’ Tirreni, attraverso questo comunicato, il profondo rammarico per quanto accaduto la mattina del 1 gennaio scorso. Abbiamo cercato di adottare la migliore soluzione per garantire la sicurezza di coloro che si trovavano già all’interno del locale, quando un numero eccessivo di presenze, in nessun modo prevedibile, si è radunata al Marte la notte di capodanno attraverso il richiamo dei social networks. La scelta di contingentare gli ingressi, limitando l’accesso all’interno del locale, ci è sembrata l’unica opzione possibile per evitare il sovraffollamento. Sento il dovere di rivolgere ai tantissimi giovani intervenuti, in particolare a coloro che non sono riusciti ad entrare nel locale nonostante avessero prenotato l’ingresso, il nostro più sincero ringraziamento per il comportamento assunto la notte di capodanno, dimostrando maturità e correttezza fuori dal comune. In una situazione decisamente complessa e con il desiderio di partecipare all’evento, sono riusciti a mantenere decoro e controllo. Vorrei davvero ringraziarli uno per uno. Del pari prezioso è stato il contributo offerto dalle Forze dell’Ordine, dai Carabinieri, dalla Polizia di Stato e della Polizia Municipale, che prontamente intervenuti, con la loro esperienza e presenza, hanno rassicurato tutti e garantito che l’evento potesse concludersi senza ulteriori affanni. Questa esperienza deve considerarsi del tutto eccentrica rispetto alla programmazione del Marte basata essenzialmente sulla organizzazione di importanti e diversificati progetti culturali, con l’auspicio di diventare motore propulsivo per l’intera città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento