rotate-mobile
Cronaca Vallo della Lucania

"Rete dei cittadini del Parco": 50 imprenditori insieme per il turismo

Cultura, ambiente, beni archeologici e culturali, Geoparco, enogastronomia e turismo: questi gli obiettivi della neonata "Rete dei cittadini del Parco"

Cultura, ambiente, beni archeologici e culturali, Geoparco, enogastronomia e turismo: questi gli obiettivi della neonata "Rete dei cittadini del Parco". Imprenditori, produttori, associazioni e intellettuali del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni si uniscono per "spingere" lo sviluppo dell'area. Più di cinquanta imprenditori, infatti, hanno dato vita alla rete con l'obiettivo di affrontare le urgenze e le esigenze più importanti del Parco.

Tra essi, numerosi produttori e titolari di aziende produttrici di olio, vino e prodotti del territorio, che in questi anni hanno reso famosa in tutto il mondo la Dieta Mediterranea. "In questi luoghi, da sempre, - si legge nel documento di adesione alla "Rete" - artigiani di antica sapienza trasformano i doni della terra in cibo e in manufatti di rara bellezza che condividono con i visitatori che vi giungono. Saggi contadini, artigiani del gusto e artisti del cibo ci rappresentano nel mondo: ogni bottiglia, ogni boccone, viaggiando diventa biglietto da visita, invito a conoscere questa terra meravigliosa".

Il documento avanza anche un nome per il prossimo presidente alla guida dell'ente Parco: il giornalista e gastronomo Luciano Pignataro. E' necessario, ad ogni modo, attendere le prossime settimane per la presentazione pubblica del gruppo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rete dei cittadini del Parco": 50 imprenditori insieme per il turismo

SalernoToday è in caricamento