Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Riattivare le linee ferroviarie dismesse per incentivare il turismo: la proposta

Ecco l'idea lanciata da alcuni componenti del Comitato di Riattivazione Ferrovia Sicignano Lagonegro presenti alla mostra allestita presso il Tempio di Pomona

Grande affluenza a "Scambi", la mostra sulle ferrovie abbandonate e dismesse della provincia di Salerno organizzata dalle associazioni Colori Mediterranei e Club Fotografico Cavese presso il Tempio di Pomona di Salerno e visitabile fino al 22 novembre. Affascinanti i 109 scatti che portano alla luce ciò che resta delle opere ferrate e di quelle architettoniche ad esse collegate che rappresentano un pezzo di storia del nostro territorio, ma anche una risorsa turistica non ancora valorizzata. Interessante, infatti, la proposta lanciata da alcuni volontari del Comitato di Riattivazione Ferrovia Sicignano Lagonegro: "Riattivando le linee abbandonate tra Campania e Basilicata che vantano, tra l'altro, un unicum territoriale composto dal Parco del Cilento e Vallo di Diano, da quello di Val d'Agri e dal Parco del Pollino, nonchè opere preziose come la Certosa di Padula, si potrebbe pensare ad un trenino turistico che conduca i visitatori alla scoperta delle bellezze storiche e paesaggistiche del territorio - hanno osservato - Tra l'altro proprio domenica sera, il Ministro Franceschini, a Che tempo che fa, sollecitato da Fabio Fazio, ha posto il problema dei mancati collegamenti ferroviari con Matera, capitale europea della cultura":

"Il discorso  - continuano - potrebbe interessare quindi anche il territorio salernitano. Molte fermate si trovano in località decentrate rispetto al turismo offerto nelle zone costiere o dei grandi attrattori culturali: è impensabile che posti tanto belli tra il nostro territorio e la Basilicata siano sconosciuti principalmente perchè irraggiungibili: riattivare le linee dismesse sarebbe una ottima soluzione", hanno concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riattivare le linee ferroviarie dismesse per incentivare il turismo: la proposta

SalernoToday è in caricamento