menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agropoli, ritorna l'autovelox sulla Sp430: limite di 80Km/h

Il Comune “precisa che, nonostante i numerosi tentativi di delegittimazione portati avanti negli ultimi mesi, sia l’installazione dell’apparecchiatura sia la successiva gestione avvengono nel rispetto della legge"

Da sabato 1 agosto 2015 sarà riattivato l’autovelox, posizionato fra le uscite di Agropoli Sud e Agropoli Nord sulla strada provinciale 430 (variante SS 18) dove vige un limite di 80Km/H, per il controllo della velocità, il cui utilizzo è stato interrotto a seguito dei danneggiamenti avvenuti nei mesi scorsi. Il Comune di Agropoli in una nota ufficiale “precisa che, nonostante i numerosi tentativi di delegittimazione portati avanti negli ultimi mesi, sia l’installazione dell’apparecchiatura sia la successiva gestione avvengono nel rispetto di quanto previsto dalla legge.

La Provincia di Salerno, infatti, a seguito di formale richiesta sollecitata dalla stessa amministrazione comunale, ha rilasciato una interpretazione autentica del carteggio intercorso fra i due enti, in cui riconosce e certifica la regolare installazione dell’apparecchiature e della segnaletica fin da luglio 2014. Secondo la Giunta Alfieri, quindi, “le affermazioni formulate dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti - Provveditorato delle Opere Pubbliche della Campania nella nota inviata a codesto Comune e ad altri enti appaiono destituite di fondamento, tant’è che lo stesso Comune di Agropoli ha presentato ricorso d’urgenza al Tar Campania per l’annullamento dello stessa”.  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento