rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca

"Ricomincio a cucinare": corsi di cucina per i pazienti affetti da Parkinson

A Battipaglia “gli incontri del gusto” per promuovere, tramite la cucina, sicurezza e migliore qualità di vita per i pazienti affetti da malattie neurodegenerative e i loro familiari

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Insegnare ai pazienti affetti da Parkinson le strategie per un'alimentazione sicura e consapevole, senza rinunciare alla convivialità e ai piaceri della tavola, è la finalità del progetto 'Ricomincio a cucinare”, promotore è l’associazione moto perpetuo di Salerno, che da oltre dieci anni  è vicina alle persone affette da malattie neurodegenerative e ai loro familiari.

 La proposta è piaciuta all’Accademia Limpe-Dismov, l’istituzione scientifica che raccoglie gli operatori coinvolti dalla malattia di Parkinson, tanto da essere premiata nel corso del IV congresso dell’associazione che si è svolto a Roma il 24 Maggio.

Il progetto, include un corso di cucina con tre incontri a partire dal 18 ottobre, presso la tenuta Marandino di Battipaglia, rivolto a venti pazienti e ai loro familiari. “L’idea- afferma Alfonso Mauro, medico neurologo e presidente dell’associazione-nasce dal confronto tra vari specialisti tra cui neurologi, nutrizionisti, psicologi, e geriatri di creare  un laboratorio di prevenzione ad alto impatto sociale volto ad educare i malati di Parkinson e i loro caregiver verso una 'gestione attiva' della salute a tavola, per aiutarli ad affrontare le problematiche quotidiane non solo sul versante motorio, ma anche su quello nutrizionale”

Il corso ha tra gli obiettivi quello di prevenire la malnutrizione dovuta alla difficoltà di masticazione e deglutizione, che si ripercuotono sulla sicurezza e sui tempi di consumo dei pasti, fattore questo, che  causa disagio non solo nei pazienti ma anche nei caregiver. Tra i temi affrontati negli incontri, a cura degli specialisti, anche i consigli per ottimizzare l'efficacia dei farmaci anti Parkinson con una dieta accurata.

 Per la parte pratica, gli chef Alessandro Chiavi e Hicham Hykam   insegneranno, in un'ottica di sicurezza, tecniche culinarie per modificare la consistenza dei cibi, in modo da renderli facilmente ingeribili, senza alterare il gusto, l’ aspetto e le proprietà nutrizionali. I disturbi nella deglutizione, purtroppo, interessano circa il 50% dei parkinsoniani.

Per tutti gli incontri c'è bisogno di prenotazione contattando la segreteria dell'associazione al numero 333.4803481
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ricomincio a cucinare": corsi di cucina per i pazienti affetti da Parkinson

SalernoToday è in caricamento