menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ricotta

Ricotta

Ricotta di bufala campana Doc: una delizia per i salernitani

I salernitani, come i campani in generale, oltre che degustarla come antipasto o secondo piatto, sono soliti servirsi della ricotta per condire la pasta, magari abbinandola a rucola, zucchine o altre verdure

Deliziosa e nutriente: la ricotta di bufala campana Doc è una vera delizia per il palato dei buongustai. A Salerno, Benevento, Caserta e Napoli, dalla lavorazione del siero della mozzarella di bufala campana si ricava lo squisito prodotto che può essere consumato fresco o sottoposto a essiccamento. La ricotta di bufala fresca ha un colore latteo e consistenza morbida e si ottiene riscaldando il siero derivante dalla lavorazione del latte crudo per la produzione di mozzarella di bufala fino alla temperatura di circa 90 gradi.

Al siero viene poi aggiunto sale quanto basta per ottenere la giusta sapidità del prodotto. Per ottenere, invece, la ricotta essiccata di bufala, che è a pasta compatta, è necessario che le forme stagionino in cella per circa 10 giorni e poi vengano lasciate per lo meno un mese a essiccare. Vengono poi tolte dai contenitori e lasciate stagionare altri 30 giorni, fino a essere ripulite dalle muffe, private della scorza sottile e messe sotto vuoto. I salernitani, come i campani in generale, oltre che degustarla come antipasto o secondo piatto, sono soliti servirsi della ricotta per condire la pasta, magari abbinandola a rucola, zucchine o altre verdure. Tanti anche i dolci preparati con il prodotto: torte e crostate con la ricotta e il cioccolato, ad esempio, coccolano il palato di innumerevol golosi. Irresistibile e rigorosamente made in Campania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento