Rifiuti abbandonati a Nocera Superiore, nei guai una macelleria

Il sindaco Cuofano: "Non è giusto gettare alle ortiche la collaborazione preziosa di quanti rispettano le regole per colpa di qualche maleducato"

I rifiuti

Via Pittoni, via S.Maria Maggiore, via S.Clemente, via Russo, via Pecorari, via Monte del Vesuvio, viale Europa, Croce Malloni, via Indipendenza, sia Spagnuolo, via Petrosino. La mappa degl’incivili del week-end è tutta qui, nel tour anti-cafoni effettuato dalla Polizia Locale di Nocera Superiore tra sabato e domenica disposto per educare i cosiddetti non-allineati, ovvero cittadini ed esercizi commerciali che non rispettano le regole della raccolta differenziata.

I dettagli

Nel mirino sono finiti cittadini ed attività commerciali che continuano ad usare sacchetti fuorilegge, ovvero buste prive di codice a barre erogate a titolo gratuito dal Comune, oppure che abbandonano i sacchetti fuori calendario da ritiro. Nel week-end sono state poco più di dieci le sanzionate elevate dal Comando, fra le quali una indirizzata ad una macelleria individuata attraverso gli scarti e la documentazione gettata a bordo strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento

Soddisfatto il sindaco Giovanni Maria Cuofano: “Una comunità civile qual è Nocera Superiore  viene macchiata dall’inciviltà di chi continua, imperterrito e senz’alcuna motivazione sensata, a non rispettare le regole della convivenza. E, paradosso della situazione, sono gli stessi che un minuto dopo aver gettato l’immondizia di sabato sera fregandosene del divieto insorgono sui social per il paese sporco. Sappiamo chi sono – sottolinea – e saranno sanzionati secondo norma. Non è giusto gettare alle ortiche la collaborazione preziosa di quanti rispettano le regole per colpa di qualche maleducato. Noi ci mettiamo il servizio, ma è necessario che la comunità ci metta l’impegno”. Poi il primo cittadino si domanda: “Non capisco il perché – aggiunge Cuofano – visto che non è un sistema, questo, per eludere le tasse ma solo un atteggiamento incivile ed irrispettoso nei confronti degli altri. Sono questi i comportamenti che ostacolano il processo di sviluppo della raccolta differenziata in primis perché non vengono rispettate le regole di una civile convivenza della comunità, in secondo luogo perché costringono l’ente a sostenere spese aggiuntive per togliere i sacchetti non regolari e rendere le strade pulite. I sacchetti sono gratuiti e sono ritirabili al self-service installato all’ingresso del Comune oppure al magazzino di Croce”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Scuole a Salerno, la protesta dei presidi: "Rinviamo l'apertura"

  • Ragazzo senza mascherina perchè autistico, il sindaco di Baronissi: "Ikea gli ha negato l'ingresso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento