menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angelo Caramanno, assessore comunale all'ambiente

Angelo Caramanno, assessore comunale all'ambiente

Rifiuti nel centro storico, Caramanno: "Telecamere sabotate"

L'assessore comunale all'ambiente ha parlato di rifiuti a margine della conferenza stampa di Puliamo il mondo, la storica campagna di Legambiente che fa tappa sabato a Salerno

"Il centro storico di Salerno non è degradato ma sofferente. Accade per due motivi: gli addetti al controllo e alla rimozione dei rifiuti sono sotto organico; c'è una fetta minoritaria di persone che non è innamorata della propria città e la calpesta. Noi dobbiamo educarla, scoraggiarla e, se necessario, pure sanzionarla". A margine della presentazione di "Puliamo il mondo" cui ha partecipato con il sindaco di Salerno Enzo Napoli, l'assessore comunale all'ambiente Angelo Caramanno ha di nuovo acceso i riflettori sul centro storico e le carenze. Di recente, alcuni lettori ci hanno segnalato immondizia e topi nel cuore della movida, a via da Procida e via Dogana Vecchia, soprattutto il sabato sera quando i ratti sono attirati dall'odore di residui di cibo lasciato in strada dagli incivili. "Al centro storico si soffre nonostante il deterrente delle telecamere - ha aggiunto Caramanno - anzi addirittura le telecamere vengono spostate dai furbi, perché vogliono continuare a sporcare la città. Il servizio di raccolta sarà potenziato, d'intesa con i sindacati. Vorremmo pure che le iniziative di volontariato ambientale non si esaurissero a Puliamo il Mondo, in programma sabato 24 settembre, nella nostra città, ma che avessero una continuazione spontanea attraverso le iniziative portate avanti anche dalle associazioni di quartiere".

Nel frattempo si comincia con "Puliamo il Mondo" che nel capoluogo si concentrerà sul centro storico cittadino attraverso un itinerario che sabato 24 settembre coinvolgerà alle ore 9.30 la pista ciclabile che va da Palazzo Sant'Agostino, sede dell'amministrazione provinciale, al Comune di Salerno. I volontari si sposteranno poi a Piazza Cavour e giungeranno a Piazza Alario. Daranno supporto gli alunni dell'Istituto Comprensivo Statale Lanzalone-Barra, rappresentato oggi in conferenza dal Dirigente Scolastico, professore Grimaldi, l'Istituto Virtuoso, il ProfAgri Salerno e i minori stranieri non accompagnati, accolti dalle comunità di Salerno.Sarà possibile anche visitare il quartiere "Fornelle" in compagnia della Fondazione Alfonso Gatto che introdurrà alla conoscenza del progetto "Muri d'autore". Elisa Macciocchi, presidente di Legambiente Salerno, ha spiegato: "Crediamo nella forte valenza educativa dell'iniziativa. Vogliamo unire politiche di convivenza basate su un tema comune, cioè l'ambiente nel quale viviamo. Pochi conoscono la pista ciclabile che collega Provincia e Comune di Salerno, perché pochi ne usufruiscono. Vogliamo ripulirla e restituirla ai cittadini. Il degrado nel quale versano talvolta le nostre città è conseguenza di una carente cultura del bene pubblico. Un ambiente sano, invece, fa sani i cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento